«Adattarsi al cambiamento, innovare, sviluppare valore sulle nuvole», il caso del Gruppo 3C | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Voci dal canale

«Adattarsi al cambiamento, innovare, sviluppare valore sulle nuvole», il caso del Gruppo 3C

di Marco Maria Lorusso

02 Giu 2014

Il system Integrator ha da pochi giorni chiuso i battenti su un evento di grande successo, sviluppato, a Cuneo in collaborazione con Cisco e Veeam. Di fronte ad un folto Gruppo di Cio e IT manager di grandi aziende del territorio si è parlato di cloud, virtualizzazone, di casi concreti e di una evoluzione senza precedenti che va affrontata con soluzioni e mentalità nuove. La voce dei protagonisti e il racconto di una giornata realmente a valore aggiunto

C’era grande attesa per l’evento che, lo scorso 16 maggio il Gruppo 3C ha organizzato a Cuneo in collaborazione con Cisco e Veeam, per parlare, insieme a Cio e IT manager del territorio di tre elementi chiave nel processo evolutivo che le imprese stanno affrontando: Eccellenza, valore, innovazione. «Proprio l’innovazione – racconta Pier Carlo Bruno, Amministratore Unico del Gruppo 3C – è stato il leitmotiv della giornata pur declinato in modo differente ed originale da ognuno dei relatori. Un approccio che ha raccolto grande interesse a testimonianza di una voglia concreta di innovazione, confronto e sviluppo da parte delle aziende del territorio. Il raccoto dei casi concreti di business è stato infatti uno dei cuori pulsanti dell’evento. Sul territorio c’è forte necessità di condivisione e partnership. Innovare cuol dire soprattutto questo di fronte a fenomeni profondi come il cloud e i big data»

Venendo alla cronaca della giornata, sd aprire i lavori ci ha pensato Alessandro Invernizzi, Amministratore Delegato di Acque Minerali Lurisia, che ha raccontato come l’innovazione coniugata alla tradizione ha portato il brand Lurisia ad una affermazione confermata da importanti riconoscimenti a livello mondiale, per le loro bibite, Chinotto, Gazzosa, ed altre, le loto birre ed ovviamente l’acqua minerale, Bolle e Stille. «Il manager – raccontano dalla società – ha spiegato che affidandosi al Gruppo 3C come partner tecnologico ha potuto utilizzare gli ausili dell’informatica concentrando energia e creatività nel proprio business. Un altro elemento interessante del messaggio di Invernizzi è il concetto della rapidità nell’approntare strategie e metterle subito in esercizio anche quando sono non completamente “pronte”; meglio sfruttare il fattore di innovazione e novità che attendere lunghi tempi di gestazione per porle in essere».

Lo stesso Bruno di 3C ha poi posto l’accento del suo intervento sul fatto che l’affermazione di fenomeni antropologici come i social network ed i nuovi device (smartphone e tablet) ci ha portato a dover governare una “nuova normalità” e per farlo è necessario cavalcare la crescita e l’innovazione individuando nelle soluzioni Cloud la logica evoluzione dell’ICT. E’ poi passato alla presentazione delle società del Gruppo raccontandone l’evoluzione nel corso di quasi vent’anni di storia, ma facendo bene percepire che la filosofia vincente è stata quella di puntare sulla qualità espressa direttamente dalla propria struttura ed attraverso i rapporti di partnership con i principali player di mercato, con un giusto riferimento a Cisco e Veeam.

La parola è poi passata a Roberto Missana, Partner Sales Specialist Datacenter di Cisco, che partendo dai macro temi, Mobility, Cloud e Big Data, ha raccontato perché Cisco, attraverso l’offerta degli UCS (Unified Computing System) e alle novità portate dalle infrastrutture convergenti con VSPEX (soluzioni che integrano in un unico dispositivo: server, switch, storage e software di virtualizzazione VMware e di backup and replication Veeam), rappresenti la soluzione per aiutare le aziende ad affrontare le nuove sfide dell’ITC. Ha poi fatto un escursus su come Cisco negli ultimi decenni ha interpretato la crescita delle proprie piattaforme dal networking, alla telefonia IP, agli UCS e di come dietro questa continua innovazione ci sia stata l’intellighenzia italiana, con importanti progettisti, e che, non a caso, le linee dell’innovazione di Cisco portino nomi quali: Crescendo, Andiamo, Nuova, Insieme.

E’ stata poi la volta di Chiara Casella, Country Marketing Manager di Veeam, che ha presentato la propria azienda facendo dei confronti e parallelismi con la storia di successo di Lurisia. Entrambi si trovano a confrontarsi con dei competitor molto più grandi e radicati, ma tramite la qualità e l’innovazione, stanno crescendo ed occupando fasce sempre più ampie di mercato. E’ entrata poi nel merito delle soluzioni di backup e replica, annunciando prossime novità legate al rilascio delle nuove release di prodotto.

A conclusione della giornata Stefano Del Terra, Sales Area Manager di 3C Informatica, ha ribadito l’importanza per le aziende di cavalcare il cambiamento, con una visione ottimistica di come si possono sfruttare le nuove tecnologie e i nuovi device rendendoli utili al core business delle aziende. Per fare questo ha tirato in ballo la teoria evoluzionista di Darwin facendo un parallelismo fra le specie animali che adattandosi al cambiamento hanno potuto sopravvivere, e le aziende che, cavalcando il cambiamento, attraverso l’innovazione potranno prosperare. Ha poi fatto una rapida carrellata per descrivere come il Gruppo 3C può accompagnare le aziende clienti verso percorsi di crescita a di innovazione definiti insieme.

Dopo una sessione di domande e risposte, che ha dimostrato l’interesse della platea alle soluzioni di backup e più in generale delle soluzioni Cloud, i partecipanti e gli organizzatori si sono spostati nel salone ristorante delle Terme per consumare un piacevole buffet, accompagnato dai prodotti di Lurisia.

Al termine una gradita sorpresa rappresentata dalla visita in grotta nella famosa fonte Garbarino da dove sgorga l’acqua dalle proprietà curative utilizzata negli impianti termali.

 

Marco Maria Lorusso

Servitore della penna, la fatica come vocazione. Pugile e Medievalista mancato. Divoratore di BritPop e Dylan Dog, papà di Gaia Maria e Riccardo. Direttore Responsabile #Digital4Trade #Sergente