WhatsApp Business sfida i customer care | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Messaggistica

WhatsApp Business renderà obsoleti i call center

di Paolo Longo

17 Gen 2018

Facciamo il punto sulla chat aziendale che spaventa i fornitori di servizi di customer care, da rimpiazzare con un messaggino di testo

Da una parte la piattaforma di messaggistica più diffusa al mondo, dall’altro il fenomeno dei bot. A cosa può portare una crasi del genere? A un futuro automatizzato per molte delle attività che oggi sono delegate a un operatore in carne e ossa. Non ne abbiamo la certezza, è ovvio, però non è così difficile prevedere un domani in cui molte delle comunicazioni aziendali passeranno per l’app di Facebook, così come avviene per i rapporti personali e famigliari. Del resto è questo uno degli obiettivi di WhastApp Business, iterazione professionale del software per smartphone e tablet (e anche computer tramite web client) di cui si parla da tempo.

 

All’inizio sembrava solo una grande bufala e invece col passare delle settimane abbiamo scoperto che la versione enterprise esiste davvero e presto verrà pubblicata in beta, per cominciare a testarla verso un pubblico più ampio. Stando alle voci di alcuni sviluppatori vicini all’azienda, pare che WhatsApp Business includa un paio di funzioni davvero interessanti e utili per chi gestisce un portafoglio di consumatori con cui rimanere in contatto sia prima dell’acquisto di un bene o servizio che durante la fase di fornitura e post-vendita. Nella pratica, il lavoro oggi svolto dai call center potrebbe canalizzarsi del tutto via app, in maniera forse più comoda per gli utenti ma meno proficua per molti soggetti.

Tra le caratteristiche peculiari di WhatsApp Business dovrebbe esserci la possibilità di creare liste sotto etichette differenti, divise per cluster e categorie merceologiche ma anche una sezione dedicata all’account nella quale inserire i dati dell’azienda e i riferimenti principali, alla stregua dei box di Facebook e Twitter. E non è tutto, se attualmente per registrarsi alla piattaforma serve un numero di cellulare, Business permetterebbe alle compagnie di creare un profilo partendo da una linea fissa, sulla quale ricevere i codici di installazione tramite  una chiamata automatica (un’opzione possibile anche oggi su smartphone). Data tale prerogativa, chiunque gestisca la versione Business di WhatsApp potrà avere installata sul cellulare anche l’app individuale, proprio grazie al supporto in fase di attivazione di una numerazione tradizionale e non solo mobile.

 

Quando ne sapremo di più? Probabilmente a breve anche se il lancio del client per iOS e Android non è ancora stato confermato ma potrebbe davvero essere dietro l’angolo.

  • arrow_upward
  • arrow_downward
  • share
    13 Share
Paolo Longo

Tech Journalist, responsabile tecnico/editoriale della sezione Tech Lab #Digital4Trade, appassionato di BritPop e dei fratelli Gallagher