VMWare porta il cloud di AWS in Europa | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

VMware porta Cloud on AWS in Europa

di Paolo Longo

12 Mar 2018

A un anno dal debutto negli States, la principale soluzione di cloud pubblico offerta dalla compagnia di Palo Alto sbarca in Europa con una serie di novità interessanti

La partnership tra VMWare e AWS si è consolidata a ottobre del 2016. Oltre un anno fa, il contenitore di offerte VMWare Cloud Foundation ha dato il benvenuto a Cloud on AWS, quella che è diventata per il gruppo californiano la principale soluzione di cloud pubblico nel portfolio. L’obiettivo era ben chiaro: aumentare il livello di adozione di Amazon Web Service, in quanto piattaforma supportata pienamente da VMWare. Di riflesso, la nuvola di quest’ultima sarebbe stata la proposta di AWS ai clienti bisognosi di un cloud privato. Insomma, due big del settore, uniti per creare un paradigma di qualità, unendo gli sforzi di comunicazione verso i consumatori. La partnership, nel corso del 2017, si è consolidata, seppur con il limite territoriale degli Stati Uniti. Per fortuna, nei giorni scorsi VMWare Cloud on AWS è arrivata ufficialmente in Europa, con una serie di novità.

 

Tra queste, una più semplice migrazione verso il cloud ibrido e varie implementazioni nel supporto di soluzioni convergenti. Dopo il warm-up, l’offerta arriva nel nostro continente con una serie di potenzialità maggiori, intese a puntare sull’hybrid come modello di crescita costante e vantaggioso. Nel concreto, la partnership tra VMWare e AWS ha permesso a quest’ultima di allargare le maglie della propria attività, portando i benefici del cloud anche in realtà strutturate, con picchi di lavoro incostanti. Oggi VMware Cloud on AWS integra un’infrastruttura completa, che abilita lo spostamento di applicazioni tra data center VMware basati su vSphere e AWS locali, accelerando la migrazione del cloud, oltre all’accesso a servizi AWS innovativi, come il cloud computing, database, analytics, Internet of Things (IoT), sicurezza, mobile, applicativi.

Il primo paese a beneficiare di tale collaborazione è il Regno Unito, dove Cloud on AWS sarà la risposta principale a un’integrazione maggiore tra i database e le opzioni di accesso offerte sinora dalle due aziende singolarmente. Ciò permetterà un’evidente beneficio in termini di ottimizzazione dei costi e di servizi di ultima generazione, sia per i clienti esistenti (di uno e dell’altro) che per le nuove attivazioni.

  • arrow_upward
  • arrow_downward
  • share
    11 Share
Paolo Longo

Tech Journalist, responsabile tecnico/editoriale della sezione Tech Lab #Digital4Trade, appassionato di BritPop e dei fratelli Gallagher