Schneider Electric sfida Tesla con EcoBlade | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Energia

Schneider Electric sfida Tesla con EcoBlade

di Paolo Longo

25 Gen 2016

Il costruttore francese ha presentato la sua idea di batteria casalinga con un modello che è pensato per ambienti privati e uffici. A un prezzo competitivo

Gli ingegneri di Tesla si apprestano ad avviare in Australia i primi test sul campo di Powerwall, l’innovativa batteria elettrica da casa, che mira a ridurre cospicuamente i consumi energetici delle famiglie, grazie a un accumulo intelligente ad opera delle celle fotovoltaiche e dell’energia dispersa durante la notte. Sebbene ci vorrà ancora un po’ per vedere all’opera un esemplare del genere, c’è già chi ha pensato alle prime soluzioni “ridotte”, pensate apposta per uffici e ambiti professionali. Si tratta del costruttore francese Schneider Electric, che ha presentato ufficialmente EcoBlade, una batteria agli ioni di litio che verrà venduta già quest’anno, al prezzo di circa 500 dollari per una ecoblade schneider electric.

Rivoluzione energetica

Secondo quanto comunicato dall’azienda, EoBlade è un sistema affidabile e decisamente versatile per un vasto numero di esigenze ai cui può far fronte. Ad esempio, all’interno di una casa o di un ufficio dove sono già presenti pannelli solari, EcoBlade può essere sfruttato per fare a meno, in parte, dell’energia elettrica, per operazioni quotidiane, come l’alimentazione di server, data center o sistemi rack, sia come fonte primaria di energia che a supporto di quella tradizionale. Di certo i costi e la possibilità di averne un esemplare già a breve costituiscono un valore aggiunto primario nella corsa con Tesla nella fornitura di soluzioni personali di alimentazione sostenibile, che mirano ad impattare sempre meno sulle risorse non rinnovabili. In occasione della presentazione, Pascal Tricoire, presidente di Schneider Electric ha detto: “Viviamo tempi emozionanti, in cui le nuove tecnologie ci permettono di ripensare completamente il modo in cui abbiamo a che fare con l’energia, sviluppando soluzioni molto più sostenibili ed efficienti”. Specialista globale nell’offerta di soluzioni per la gestione dell’energia e dell’automazione, con oltre 170 mila dipendenti in 100 paesi, Schneider Electric ha dichiarato un fatturato di 25 miliardi di dollari per il 2014.

Paolo Longo

Tech Journalist, responsabile tecnico/editoriale della sezione Tech Lab #Digital4Trade, appassionato di BritPop e dei fratelli Gallagher