Samsung e Microsoft per il futuro del VR - Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Innovazione

Samsung e Microsoft per il futuro del VR



Si chiama HMD Odyssey il primo visore Windows Mixed Reality realizzato dalla casa coreana, che adesso punta al dominio di HTC Vive

Paolo Longo

18 Ott 2017


In ambito consumer, HTC Vive è sicuramente il visore VR di riferimento al giorno d’oggi. Più degli Oculus Rift, che pure hanno avuto il pregio di sdoganare il comparto virtuale verso il pubblico di massa, rappresentano un mix perfetto tra funzioni, interazione e costi. Ma con il passare del tempo e la contrazione della spesa necessaria a costruire un dispositivo qualitativamente accettabile, cominciano a saltar fuori alternative più che valide, anzi con un futuro ancora più ampio in termini di contenuti e aggiornamenti. L’ultima novità è stata lanciata da Samsung, già attiva nel campo con i modesti Gear VR, che ha presentato HMD Odyssey

. Come dice il nome stesso, non siamo dinanzi a un paio di occhialini classici ma a un device dotato di schermo attivo in alta risoluzione, in grado dunque di migliorare parecchio la resa visiva dei contenuti in ambienti tridimensionali. Oltre all’hardware, il vero punto di interesse è che Samsung non si è basata su una piattaforma autoctona per lo sviluppo degli Odyssey ma ha puntato sulla Windows Mixed Reality.

Si tratta dello stesso ambiente di sviluppo e frontend adottato, ad esempio, da Acer, Asus e Lenovo, per i loro visori già svelati nel corso dell’anno. La scelta della coreana non è banale, perché in questo modo crea un’offerta davvero ampia tra cui gli utenti possono scegliere per abbracciare il virtuale in maniera più completa, rispetto a quanto possibile con opzioni più economiche e dipendenti da uno smartphone: Gear VR appunto e Google DayDream.

 

Siamo dinanzi a qualcosa che non possiamo chiamare partnership, non nella maniera più stretta del termine ma a una strategia che ci va molto vicino, supportando un client conosciuto per il brand a cui si rifà, Microsoft, ma non ancora poco utilizzato perché novizio e probabilmente acerbo di app e giochi ma con un potenziale che la concorrenza si sogna. Samsung HMD Odyssey arriverà sul mercato il 6 novembre a un prezzo di 499 dollari.