Microsoft, si allontana l'ipotesi di 1 miliardo di dispositivi con Windows 10 entro il 2018 | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Hardware

Microsoft, si allontana l’ipotesi di 1 miliardo di dispositivi con Windows 10 entro il 2018

di Paolo Longo

20 Lug 2016

A fine 2015 la compagnia aveva annunciato l’importante obiettivo da raggiungere in circa tre anni: con le cifre attuali tutto diventa più difficile

1 miliardo di dispositivi Windows 10 entro il 2018? No, Microsoft non stava dando i numeri, almeno non senza cognizione di causa. Il boom del nuovo sistema operativo e la costante crescita dell’Internet delle Cose, avrebbero dato alla compagnia di Redmond la giusta spinta per attivare, globalmente, una cifra così impressionante di device in circa tre anni. In aggiunta, l’offerta vantaggiosa di poter aggiornare le macchine attuali con un sistema operativo superato al più completo 10, avrebbe accelerato ancora di più lo switch verso il nuovo Windows, rendendo tutto più semplice.

Allora, siamo qui a fare il punto e a capire quando Microsoft toccherà la soglia del miliardo? Non proprio, ed è stata proprio lei ad ammetterlo. Nonostante i 350 milioni di dispositivi Windows 10 in uso dallo scorso anno, la multinazionale guidata da Satya Nadella ha comunicato che con tutta probabilità non riuscirà a raggiungere il traguardo nel periodo stimato, per lo più a causa delle continue perdite nel settore smartphone, che invece avrebbero dovuto supportare la corsa al miliardo.

“Siamo contenti dei progressi fatti sino ad oggi – spiega Microsoft – ma a causa della focalizzazione sul business dell’hardware mobile, ci vorrà un po’ di più dell’anno fiscale 2018 per arrivare all’obiettivo prefissato in precedenza, quello di 1 miliardo di dispositivi attivi al mese”. La colpa dunque è di Windows 8.1 e Windows 10 in versione mobile, che sembrano non aver attirato più di tanto gli utenti, soprattutto quelli business. Resta da capire quanto ciò abbia impattato sulle strategie di vendita della società che, è risaputo, non ha mai puntato fortemente sugli smartphone, a differenza del comparto tablet dove le declinazioni del Surface hanno portato concrete soddisfazioni. 

Tra qualche settimana scadrà l’opportunità di aggiornare gratuitamente a Windows 10, il che potrà rendere ancora più lento il passaggio al nuovo OS e allontare ancora i festeggiamenti.

Paolo Longo

Tech Journalist, responsabile tecnico/editoriale della sezione Tech Lab #Digital4Trade, appassionato di BritPop e dei fratelli Gallagher