Il Surface Book 2 sbarca in Italia | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Hardware

Microsoft apre le vendite del Surface Book 2

di Paolo Longo

16 Mar 2018

Il notebook di Redmond costa quasi come un desktop professionale ma con tutta la versatilità del 2-in-1 e la potenza di Windows 10. Ecco come è fatto

Nulla di nuovo sotto il sole almeno in termini di design. Già da un paio di settimane Microsoft aveva annunciato il presto arrivo del suo più recente Surface Book 2 in Italia. Il nostro paese fa parte della seconda ondata dei mercati su cui il notebook di Redmond è entrato, per cercare di agguantare quella fetta di consumatori che scelgono un dispositivo Windows per la propria vita mobile ma prodotto da altri brand. Di sicuro, il Book 2 è una macchina diversa da tutte le altre. Vige ancora il concetto di versatilità e flessibilità ma all’interno di uno chassis che è molto più vicino a un classico laptop che a un ibrido esile e delicato. Merito della cerniera che, seppur in prima battuta aveva mosso qualche critica estetica, riesce a gestire tutte le diverse posizioni di inclinazione, tenendo ben saldo lo schermo dalla tastiera.

Come detto, il Surface Book 2 è un portatile del tipo 2-in-1, con schermo touch e keyboard a estrazione. Il modello è unico ma le configurazioni variano a seconda della diagonale del display, 13 o 15 pollici, anche se in Italia è disponibile solo la prima, almeno per adesso. La scelta va dunque al processore, i5 o i7, la RAm da 8 o 16 GB e lo spazio di archiviazione, 128 GB, 256 GB, 512 GB o 1 TB. I prezzi partono da 1.749 euro, qualche centone in più di una variante media del MacBook Pro ma si può arrivare ben oltre i 3.000 euro, con un hardware top di gamma con il quale gestire persino videogame in 3D di ultima generazione e contenuti di realtà virtuale. I canali di vendita sono i soliti: quelli consumer tramite sito web, catene e negozi specializzati, online e offline; commercial, con i partner autorizzati Microsoft, che possono abbinare software dedicati al tipo di utenza finale.

Paolo Longo

Tech Journalist, responsabile tecnico/editoriale della sezione Tech Lab #Digital4Trade, appassionato di BritPop e dei fratelli Gallagher

Microsoft apre le vendite del Surface Book 2

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *