Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Broadband

Classifica della connettività Internet, Italia ancora agli ultimi posti in Europa

di Gianluigi Torchiani

21 Apr 2017

La classifica di Akamai evidenzia dei progressi dell’Italia rispetto allo scorso anno, insufficienti però a colmare il nostro storico gap

Siamo nell’epoca del cloud e della trasformazione digitale, noi stessi non perdiamo occasione di ribadirlo. Dimenticando però che la fruibilità di tutti i servizi passa per un aspetto che spesso si tende a trascurare: vale a dire la disponibilità della banda larga. Questa tabella, realizzato dalla società Akamai, aiuta a capire come stiano realmente le cose per quanto riguarda la connettività in Italia. Le risposte non sono esattamente delle più confortanti: la media a livello globale è di circa 5,1 Mb per secondo, ossia una velocità che permette senza troppi problemi di consultare una classica pagina in HTML, ma che certo può non risultare il massimo per un servizio in streaming come una videoconferenza a più voci.

L’Italia, purtroppo, con la sua media di 8,7 Mb per secondo, è poco al di là di questa soglia, tanto da collocarsi agli ultimi posto in Europa: per il nostro Paese sono infatti lontanissimi i 23,6 Mb della Norvegia (prima nel Vecchio Continente) e i 22,8 Mb della Svezia, ma davanti a noi ci sono anche Paesi come la Russia, più naturalmente tutte le nazioni europee (Francia, Germania, Spagna), con cui abitualmente le nostre imprese si trovano a competere.   Peggio di noi fanno soltanto Croazia, Grecia e Cipro: a pesare è soprattutto la percentuale ancora significativa (22%) di connazionali che deve fare i conti con una connessione inferiore ai 4 Mb per secondo.  L’unico aspetto positivo del quarto trimestre 2016, a cui si riferiscono i dati, è la crescita del 16% della velocità di connessione rispetto a un anno prima. Uno sviluppo che, però, non è isolato, ma abbastanza in linea con quello registrato dagli altri Paesi europei, che in alcuni casi stanno crescendo anche più di noi e che comunque partivano da posizioni più avanzate.

  • arrow_upward
  • arrow_downward
  • share
    22 Share
Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade