Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Smartphone

Galaxy Note7, profilo elegante ma funzionalità rugged

di Paolo Longo

30 Ago 2016

I test di iFixit dimostrano le capacità waterproof del nuovo phablet di Samsung rivolto alla produttività on mobile. E quella fotocamera nascosta…

Mancano pochissimi giorni all’arrivo sugli scaffali del Galaxy Note7, il nuovo phablet di Samsung. Dopo un anno di assenza dal panorama europeo, il rinnovato dispositivo della gamma Note della coreana torna in Italia con grandi aspettative. Non è un mistero che le prevendite, avviate il 16 agosto, abbiano fatto riscontrare numeri sbaloriditivi. Tanto che la stessa Samsung, parlando della disponibilità del prossimo telefonino, ha specificato di aver dovuto limitare gli esemplari destinati a chi è stato solerte a prenotarlo (online o negli store) per non rischiare di essere assente nei negozi fisici al momento del lancio ufficiale, previsto per il 2 settembre. In occasione dell’avvicinamento della data, il famoso portale iFixit, che è solito smontare i device hi-tech per capire quanto siano complicate le fasi di riparazione, ha messo sotto la lente il Note7.

Il risultato

Dai test effettuati dal team, è stato scoperto che molti dei componenti del telefono sono waterproof, resistenti all’acqua grazie alla certificazione IP68; inoltre pare che dentro lo chassis sia nascosta una terza fotocamera, collegata al lettore dell’iride e al sensore a infrarossi, probabilmente per migliorare ulteriormente il processo di verifica dell’utente in fase di sblocco. Anche se non lo è nel senso più stretto del termine, il Note7 presenta una costruzione modulare, ovvero una divisione interna tra i diversi componenti hardware, che ne permette una sostituzione intelligente, pratica e teoricamente veloce. Un buon punteggio anche per la presenza di un Gorilla Glass di ultima generazione, che rende molto più difficoltoso scheggiare o rompere il vetro per piccole cadute. Insomma uno smartphone elegante ma che nasconde diverse funzionalità rugged, seppur celate.

Paolo Longo

Tech Journalist, responsabile tecnico/editoriale della sezione Tech Lab #Digital4Trade, appassionato di BritPop e dei fratelli Gallagher