Edge Computing e cloud: la sfida finisce pari | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Data Center

Edge computing e cloud, una partita in parità

di Redazione #Digital4Trade

25 Mag 2018

Il cloud computing è senza dubbio il fenomeno tecnologico che da un decennio a questa parte sta cambiando la faccia del mondo Data Center. Ma l’edge computing ha dalla sua una serie di punti di forza

Il mondo Data Center, da un decennio a questa parte, sta conoscendo un’intensa trasformazione per l’avvento del cloud computing.  Al di là dei tecnicismi, quello a cui stiamo assistendo è una progressiva diminuzione dei carichi di lavoro dei data center aziendali, che non poche aziende hanno deciso di abbandonare del tutto, scegliendo di optare per soluzioni di cloud pubblico. Una tendenza che, nel breve periodo, appare inarrestabile, anche per i vantaggi in termini di costo, competitività e scalabilità che le diverse forme di cloud computing sono in grado di assicurare. In realtà, però, il mondo Data Center sta già vivendo un’altra trasformazione tecnologica, ovvero l’edge computing che, per molti versi, appare in contraddizione con il cloud computing. Il quale, riducendo le cose ai minimi termini allontana i dati dall’utilizzatore finale. Mentre invece l’edge computing mira proprio al contrario, ad avvicinare le risorse di elaborazione al cliente finale.

L’edge computing si mangerà il cloud?

A questo proposito, qualche tempo fa, aveva fatto scalpore l’intervento di Thomas Bittman, analista di Gartner, che aveva addirittura pronosticato che, nel lungo termine, l’edge commputing si sarebbe letteralmente “mangiato” il cloud.  La necessità di interazione in tempo reale, potrebbe realmente fare la differenza. C’è però chi dà anche una lettura meno in contrapposizione tra questi due fenomeni tecnologici: l’edge computing si sta rapidamente affermando come paradigma infrastrutturale nelle moderne industrie 4.0 a largo impiego di IoT, che per ragioni produttive hanno una soglia di tolleranza piuttosto bassa alla latenza.

Una coesistenza possibile

Ci sono però tantissimi altri casi in cui il cloud parte in vantaggio: basti pensare all’analisi dei Big Data, che può essere affrontata solamente facendo ricorso alla centralizzazione di fonti disparate tipica del cloud. Se invece non c’è reale necessità di cumulare i dati, ecco che allora l’edge computing ritorna in ballo. Per ulteriori approfondimenti leggi l’articolo originariamente uscito su Iotedge.it. 

Redazione #Digital4Trade

Profilo ufficiale della redazione di Digital4Trade

Edge computing e cloud, una partita in parità

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *