Ecco il Galaxy Note8: le cose da sapere - Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Smartphone

Ecco il Galaxy Note8: le cose da sapere



Samsung ha presentato il suo nuovo “phablet” pensato per il pubblico più esigente: tanta multimedialità ma anche lavoro on-the-go

Paolo Longo

24 Ago 2017


C’era poco da sorprendere nell’era del “tutto e subito” della rete. Come accade negli ultimi anni, i telefonini di punta vengono svelati ben prima delle presentazioni ufficiali, sul web con i numerosi leak “accompagnati” dalle stesse case produttrici. Del Galaxy Note8, fratello stretto del Galaxy S8 ma indirizzato all’utenza business, sapevamo già tutto o quasi: schermo infinity, processore di ultima generazione, RAM quasi come un computer del 2013 e il debutto della doppia fotocamera da 12 megapixel.

 

Samsung il passo più difficile lo ha compiuto a marzo, proprio con la rivoluzione S8, il Note non doveva far altro che adeguarsi e portare le sue passate, ottime, potenzialità verso il futuro della mobilità senza confini.

Come è fatto

Queste le specifiche tecniche del prodotto: schermo da 6,3 pollici, processore octa-core, RAM da 6GB, doppia camera da 12 megapixel (8 i frontali), batteria da 3.300 mAh (sensibilmente minore del problematico Note7) e connettività completa dal Wi-Fi al recentissimo Bluetooth 5.0. Ma al di là dell’hardware, quello che interessa è l’universo di utilizzi differenti a cui il Note8 apre, come e meglio dell’S8. In ambito business viene in mente DeX, il dock che imita il Continuum dei Lumia per trasformare l’esperienza mobile in una full-desktop, quando connettiamo il telefonino a un display esterno, oppure le rinnovate funzioni della S Pen, con cui prendere appunti ma anche trasferire contenuti da un’app all’altra sfruttando il multitasking. In ambito entertainment c’è la compatibilità con il Gear VR dotato di controller Oculus, giusto per visitare i mondi del 3D tra un lavoro e l’altro.

Insomma, il Galaxy Note8 è sicuramente lo smartphone definitivo per chi ha sempre amato il BYOD senza compromessi. Ma ha una grande pecca, la stessa della rivale Apple, il prezzo: 999 euro. Un cartellino persino superiore a un 2-in-1 di fascia alta (molto alta) e quasi vicino a un MacBook. C’è qualche settimana ancora per pensarci: dal 15 settembre nei negozi italiani, con DeX in regalo.