Apple prepara un iPhone X2 | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Smartphone

Apple prepara la produzione di iPhone X2

di Paolo Longo

23 Mar 2018

Il successore di Ten arriverà a settembre ma per evitare i soliti problemi di disponibilità la compagnia di Cupertino sta accelerando i tempi

Come ogni iPhone che si rispetti, anche il modello più recente “X” (qui tutto sulle sue caratteristiche) ha vissuto periodi di scarsa disponibilità, che proseguono ancora oggi. Per evitare uno scenario del genere, nell’ottica di aumentare nettamente il numero di dispositivi spediti a livello globale, Apple avrebbe già cominciato le fasi di finalizzazione e assemblaggio dell’iPhone X2. Il successore di Ten, di cui conosciamo ancora poco in termini di novità hardware e software, verrà presentato nel corso del solito appuntamento che la compagnia tiene a settembre, per essere pronto sugli scaffali ben prima di Natale.

 

In questo modo, la Mela si assicurerebbe un margine di vantaggio importante nei confronti della concorrenza, il cui nome più temibile è il Galaxy Note (per prezzo e posizionamento), che di norma apre la sua fase di commercializzazione proprio a cavallo dell’evento annuale di Apple.

Secondo alcune fonti online, nonostante lo abbia negato più di una volta, Apple sarebbe rimasta molto delusa dalle scarse vendite sia di iPhone X che di 8 e 8 Plus. Molto dipende dal prezzo del modello di punta, ovviamente, ma anche dalla problematica programmazione a cui la multinazionale va incontro ogni volta. A livello tecnico, quello che possiamo dire è che gli analisti spingono molto sulla probabilità che la prossima flotta di melafonini ospiti finalmente un display con tecnologia Oled, che rende i pannelli più vivi e belli da vedere ma anche sottili.

 

In questo modo non solo si ridurrebbe lo spessore degli schermi ma si avrebbe anche la possibilità di aggiungere elementi tra questi e la dotazione hardware; ad esempio una serie di motori di vibrazione per restituire feedback tattili ulteriori e il tanto atteso tastino home con Touch ID integrato, una via di mezzo che gli utenti di vecchia e nuova data potrebbero gradire.

Paolo Longo

Tech Journalist, responsabile tecnico/editoriale della sezione Tech Lab #Digital4Trade, appassionato di BritPop e dei fratelli Gallagher