Windows Server 2003 è andato in pensione: ecco i consigli Microsoft per la migrazione | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Server

Windows Server 2003 è andato in pensione: ecco i consigli Microsoft per la migrazione

di Gianluigi Torchiani

16 Lug 2015

Il 14 luglio scorso, come ampiamente annunciato, è terminato il supporto di Windows Server 2003 e Windows Server 2033 R2 e, di conseguenza, non saranno più rilasciati gli aggiornamenti relativi a questi sistemi operativi

Come probabilmente noto a tutti, vista l’ampia campagna di informazione che Microsoft ha guidato, il 14 luglio scorso è terminato il supporto di Windows Server 2003 e Windows Server 2033 R2, vale a dire che da quella data non saranno più rilasciati gli aggiornamenti riguardanti questi sistemi operativi. Diventa quindi fondamentale per le aziende poter migrare rispettando le principali normative e politiche interne relative alla gestione della sicurezza dei sistemi informativi; la mancata manutenzione del sistema operativo e delle applicazioni ospitate può creare dei problemi all’integrità dei dati gestiti e la continuità del servizio nel tempo, ma non solo, può comportare anche ulteriori costi rispetto alla migrazione. La conclusione del supporto può, quindi, essere vista come un’opportunità per le aziende per rivedere i propri sistemi IT e decidere di adottare soluzioni più moderne e adeguate come, per esempio, Windows Server 2012 R2, Microsoft Azure, Office 365 e partner in ambito hosting.

Una delle possibili alternative può essere quella di puntare sui servizi cloud di Microsoft che permette alle Piccole e medie imprese e alle grandi aziende, pubbliche e private, di accedere a servizi a consumo, mantenendo un alto livello di sicurezza delle informazioni, abilitando la gestione dei dati in un’ottica di business intelligence e avviando un processo di evoluzione delle competenze del personale IT in una logica di servizio.

Nei mesi scorsi, inoltre, Microsoft ha sostenuto, insieme ai suoi partner, le aziende nel percorso di modernizzazione del data center e proseguirà in questo intento attraverso questo sito dedicato. La casa di Redmond ha anche sviluppato uno strumento a supporto della migrazione, il Microsoft Assessment and Planning Toolkit e alcuni partner come Avanade, Citrix, Dell, HP, AppZero, Lakeside Software e Nimbo, hanno messo a disposizione servizi e soluzioni per supportare le aziende nel loro percorso di migrazione.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade