Tra Facebook e IBM un patto di ferro sul marketing pubblicitario | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Accordi

Tra Facebook e IBM un patto di ferro sul marketing pubblicitario

di Gianluigi Torchiani

03 Giu 2015

Le aziende che utilizzeranno il marketing in cloud di IBM potranno utilizzare le funzionalità pubblicitarie di Facebook. L’obiettivo è dare vita a campagne su misura

L’alleanza, sulla carta, è di quelle destinate a fare rumore, non fosse per altro per la fama dei nomi coinvolti. Stiamo parlando dell’accordo siglato nei giorni scorsi tra Facebook e IBM, che collaboreranno per fornire ai brand funzionalità di marketing “su misura”, in grado di raggiungere le persone giuste, al momento giusto, con il messaggio giusto. In buona sostanza, le aziende che utilizzeranno il marketing in cloud di IBM potranno utilizzare le funzionalità pubblicitarie di Facebook, quali Custom Audiences, insieme alle capacità di deep analytics e progettazione di IBM. In particolare IBM utilizzerà la deep analytics, in aggiunta agli insights anonimi e aggregati relativi al pubblico di Facebook con le informazioni supplementari derivate dalla piattaforma di marketing in cloud di IBM, così da fornire agli operatori un quadro più chiaro del loro target. Gli operatori di marketing possono inoltre replicare le campagne, oltre che in Facebook, anche in modalità omnicanale, inclusi i negozi, i siti web e le app mobile, per raggiungere il cliente ovunque desideri interagire con quel marchio. Ad esempio, un’azienda del settore retail che promuove una nuova linea di accessori da running potrà usare Custom Audiences e le soluzioni di targeting di Facebook per segmentare i gruppi di clienti interessati a questa attività sportiva. L’azienda può poi raccogliere informazioni aggregate sulle preferenze del pubblico riguardo agli accessori da running e, in base al luogo, offrire sconti sull’abbigliamento adatto al clima in cui si svolge l’allenamento.

Insomma, la combinazione delle tecnologie pubblicitarie di Facebook con Journey Analytics di IBM consente alle aziende di determinare con più accuratezza quali gruppi di clienti rientrano tra gli 1,44 miliardi di persone attive sul celebre social network e di stabilire le correlazioni. IBM ha annunciato inoltre che Facebook sarà la prima azienda a unirsi al nuovo IBM Commerce THINKLab: un ambiente di ricerca e collaborazione in cui le due multinazionali lavoreranno direttamente con i brand per accelerare lo sviluppo di nuove tecnologie, progettate per personalizzare la customer experience. 

Insomma, più che una semplice partnership, quello siglato tra i due colossi dell’IT è un vero e proprio patto di ferro nell’ambito del marketing pubblicitario. Come spiega Blake Chandlee, VP of Partnerships for Facebook, «La nostra partnership con IBM aiuterà i clienti a realizzare la personalizzazione su grande scala, utilizzando il marketing cloud di IBM per trovare e coinvolgere il target corretto su Facebook, oltre a risolvere importanti sfide grazie al supporto dell’IBM Commerce THINKLab. Lavoreremo inoltre a stretto contatto con IBM Commerce THINKLab per aiutare a fornire un marketing basato sulle persone, ottimizzato per il raggiungimento degli obiettivi di business di ciascun brand».

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade

Tra Facebook e IBM un patto di ferro sul marketing pubblicitario

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *