«Progettiamo tra le nuvole», Autodesk e la sostenibile rivoluzione del cloud | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Nuove strategie

«Progettiamo tra le nuvole», Autodesk e la sostenibile rivoluzione del cloud

di Marco Maria Lorusso

02 Apr 2014

Nasce il nuovo Autodesk AutoCAD 2015 che permette agli utenti di connettersi ai workflow per mezzo di soluzioni integrate desktop, cloud e mobile e ottenere così più produttività

Direzione cloud. Una direzione annunciata e puntata da tempo per il colosso del software. Una direzione che trova ora una rotta ancora più precisa grazie all’attesissimo lancio di Autodesk AutoCAD 2015. Adesso, AutoCAD e AutoCAD LT saranno disponibili con un abbonamento a “consumo”. La prima caratteristica che salta all’occhio è la nuova interfaccia che risulta essere molto più ricca, fa risaltare i colori e affatica molto meno gli occhi. La funzione News Tab consente poi di aprire i nuovi disegni e quelli già esistenti e attraverso la galleria dei ribbon si può accedere visivamente ai contenuti dei disegni direttamente.

autodesk application manager cos’è e a cosa serve

Altre novità che rendono più veloce il lavoro di acquisizione dei dettagli e di documentazione comprendono la possibilità di formare il testo di un disegno esattamente come succede con un elaboratore di testi; inoltre, con AutoCAD 2015 si può lavorare online con le mappe e altro sulla localizzazione geografica. Il software include Autodesk Application Manager. cos’è autodesk application manager? e autodesk application manager a cosa serve? è un nuovo strumento che ha la caratteristica di informare gli utenti sugli aggiornamenti e gli ampliamenti del prodotto, scaricandoli e installandoli facilmente.

Attraverso la tecnologia TrustedDWG, gli utenti possono condividere il proprio lavoro in estrema sicurezza per archiviare e scambiare i dati di progettazione. AutoCAD 2015 è disponibile in tre versioni: Autodesk AutoCAD LT che racchiude in sé gli strumenti base per il disegno e il dettaglio in 2D; Autodesk AutoCAD attraverso il quale si possono avere strumenti per il modeling in 3D e il supporto delle nuvole di punti; e poi c’è l’edizione standard di AutoCAD Design Suite che consente di ampliare il proprio workflow di progettazione dalla fase pre-concettuale a quella di realizzazione con AutoCAD Raster Design e soluzioni di visual communication.

“Gli utenti professionali possono progettare praticamente qualunque cosa con il massimo della produttività e sono ancora più connessi rispetto al passato”, sono state le parole di Amy Bunszel, vice president of AutoCAD products, in Autodesk.

Un’altra novità che riguarda il prodotto e che per la prima volta AutoCAD è disponibile attraverso i piani desktop subscription che prevedono opzioni di acquisto mensile, trimestrale e annuale con una formula a consumo.

Reazioni positive anche da parte di altre aziende: “Siamo una società di progettazione e costruzione e per il nostro lavoro contiamo molto su AutoCAD sia per il ciclo produttivo che per essere sempre organizzati – ha sottolineato Levi Conover, senior design manager, Artthaus Inc. -. La piattaforma AutoCAD offre grande flessibilità e la utilizziamo per tutto, dai disegni degli schemi iniziali di un progetto e alla loro condivisione, fino alla revisione dei file DWG con gli appaltatori direttamente su iPad con AutoCAD 360 mobile”.

Marco Maria Lorusso

Servitore della penna, la fatica come vocazione. Pugile e Medievalista mancato. Divoratore di BritPop e Dylan Dog, papà di Gaia Maria e Riccardo. #Sergente

«Progettiamo tra le nuvole», Autodesk e la sostenibile rivoluzione del cloud

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *