Polycom, il lato audio-video di Better Together | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Progetti

Polycom, il lato audio-video di Better Together

di Gianluigi Torchiani

24 Mag 2016

Claudio Mignone, country manager della società, racconta il contributo del vendor all’interno del progetto di Unified Communication coordinato dal distributore V-Valley. E spiega i vantaggi della futura integrazione con Mitel

L’Unified Communication & Collaboration è al centro di Better Together, il progetto che vede riuniti il distributore a valore V-Valley e vendor del calibro di Hewlett Packard Enterprise, Microsoft, Plantronics e Polycom. Secondo il country manager di quest’ultima Claudio Mignone, le ragioni dell’impegno nell’iniziativa sono semplici: «Il progetto Better Together si propone di portare sul mercato italiano, sui clienti e sui rivenditori una soluzione completa e integrata di Unified Communication e collaboration. Una soluzione, insomma, end to end, che porta con sé le tecnologie delle quattro aziende. Polycom, più precisamente, avrà il compito di fornire i suoi prodotti, leader di mercato per quanto riguarda l’audio-video conferenza. Stiamo parlando dunque di soluzioni audio (che è poi l’ambito da cui siamo nati ormai 25 anni fa) e che, oggi, sono tra le poche sul mercato realmente integrabili con Office 365 e in cloud. Inoltre mettiamo a disposizione tutta la nostra proposta video, che permette di gestire un numero di partecipanti alle videoconferenze molto elevato. Anche queste soluzioni sono nativamente integrate con Skype for business e Office 365».

Claudio Mignone, Country Manager Polycom Italia

Queste tecnologie, come si accennava in precedenza, sono poi integrate con quelle degli altri vendor all’interno di Better Together: «L’integrazione di queste soluzioni è uno degli aspetti fondamentali per i nostri clienti e rivenditori, così come l’esistenza di un unico punto di riferimento, ossia V-Valley, il distributore a valore aggiunto del gruppo Esprinet».

La presenza di V-Valley, in particolare, è fondamentale per il funzionamento del progetto Better Together e non solo: «L’accordo ci permette di sfruttare le loro competenze, i loro strumenti e il loro modello di go to market. Più in generale, grazie alla loro missione aziendale, ci forniscono non solo i classici servizi del distributore, ma aggiungono anche importanti competenze tecnologiche soprattutto in fase di progettazione e consulenza. Che sono ormai argomenti fondamentali in questo tipo di proposizione. Nel caso di Better Togheter V-Valley ha la responsabilità del coordinamento tra i 4 vendor, oltre ad essere il punto di raccolta e proposizione di tutte le attività marketing e sales, tra cui l’organizzazione di eventi appositi. Ci aiutano inoltre a collaborare tra di noi, così da pianificare attività e compiti sul mercato. Al di là del progetto, V-Valley ci consente di raggiungere realtà che Polycom ha poco frequentato in passato: ossia l’SMB e gli attori al di fuori del classico mondo audio video, permettendoci di entrare in contatto con i classici rivenditori IT».

In effetti i partner certificati di Polycom possono essere divisi in due categorie: da una parte quelli legati all’audiovideo, storicamente dedicati al mondo dell’audiovideoconferenza, da cui traggono il 90% del loro business. L’altra categoria emergente sono i System integrator, ossia realtà che lavorano nel mondo del networking ma che hanno una grande attenzione a quello che succede nell’Unified Communication. 

Tutti questi operatori saranno sicuramente interessati dalla prossima fusione tra Polycom e Mitel, annunciata nelle scorse settimane: «Ritengo l’annuncio assolutamente positivo e di grande impatto per il mercato. Il processo è in divenire e richiederà alcuni mesi prima della sua conclusione. Le due aziende daranno vita a un’unica realtà di quasi 8.000 dipendenti a livello mondiale, ossia due volte e mezzo le attuali nostre dimensioni, con una presenza ancora più capillare e distribuita a livello mondiale. E che completerà l’offerta: le due aziende hanno oggi soluzioni assolutamente complementari, quindi potranno aggiungere sul mercato i rispettivi set di prodotti. Chiaramente tutte le nostre roadmap e l’alleanza con Microsoft continueranno come al solito, quindi questa intesa rappresenta una crescita per Polycom, poiché permetterà di offrire ai clienti delle soluzioni aggiuntive rispetto al passato», conclude Mignone.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade