L'innovazione di BringTech a supporto delle PMI | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

VIDEOINTERVISTA

L’innovazione di BringTech a supporto delle PMI

di Gianluigi Torchiani

08 Gen 2016

La società, parte del gruppo Macro Web Media, è attiva nella diffusione degli strumenti cloud per le piccole e medie imprese, grazie alla stretta collaborazione con Esprinet e Microsoft

Il cloud è senza dubbio uno dei trend tecnologici più importanti di questi ultimi anni. Tanto da diventare una realtà importante anche nel nostro tessuto produttivo, costituito da centinaia di migliaia di Pmi. Come testimonia l’esperienza di BringTech, una divisione di Macro Web Media, società attiva nel settore da almeno 15 anni, che si occupa di sviluppo software e di private cloud. Invece BringTech – racconta Gianluca Bencivenga, Bringtech Director – «nasce dall’idea di portare il cloud alle aziende, specialmente alla Piccola e media impresa, con un approccio completamente diverso. Ossia, il cloud non è deve essere visto soltanto un modo per risparmiare dei soldi, quanto, piuttosto, come un mezzo per accedere a tecnologie di fascia enterprise a una frazione del costo. L’enorme vantaggio del cloud è infatti quello di consentire la creazione di infrastrutture completamente dinamiche, costruite intorno alle esigenze delle persone, a un costo nettamente inferiore. La nostra è una strategia molto chiara:  ai nostri clienti cerchiamo di far passare il concetto che l’azienda è fatta di persone e che la tecnologia è solo uno strumento per farle lavorare al meglio».

Lo dimostra anche la strategia commerciale adottata da BringTech: «Andiamo a proporre Office 365 non focalizzandoci soltanto sugli aspetti più conosciuti, ossia il pacchetto Office e la posta elettronica, ma parlando di Skype for Business e Sharepoint. Un nostro cliente, un’azienda di 100 addetti che è appena passata a queste soluzioni in autunno, dopo un mese ha già potuto registrare i primi risultati, con ben 51 riunioni organizzate via cloud attraverso Skype for Business, mentre Sharepoint ha consentito la condivisione di documenti tra i dipendenti in tempo reale. Questo tipo di approccio è applicabile sia a realtà importanti ma anche ad aziende più piccole, come le startup, che hanno la possibilità di affrontare il mercato senza necessità di effettuare importanti investimenti on premise. Oppure pensiamo a un piccolo studio di avvocati, che può avere la possibilità di spedire i documenti sensibili ai propri clienti attraverso una mail criptata, grazie a Office 365».

Importante, nell’azione di BringTech è il ruolo svolto dai vendor e dai distributori di riferimento, ossia Microsoft ed Esprinet. «Microsoft ci fornisce tantissime informazioni utili al nostro lavoro e riconosce il valore che stiamo portando al mercato. È inoltre estremamente importante avere il supporto di un distributore come Esprinet, che si è fidato di quello che andavamo a proporre e ha deciso di investire sul nostro progetto», conclude Bencivenga.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade