In Francia nasce un nuovo centro di ricerca a cura di IBM, nVidia e Mellanox | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Annunci

In Francia nasce un nuovo centro di ricerca a cura di IBM, nVidia e Mellanox

di Gianluigi Torchiani

07 Lug 2015

La collaborazione delle tre aziende ha dato vita a Montpellier al nuovo centro per la creazione di applicazioni basate su OpenPower

IBM arriva a Montpellier, in Francia. In collaborazione con nVidia e Mellanox, Big Blue ha annunciato di aver inaugurato il nuovo Power Acceleration and Design Center, allo scopo di promuovere lo sviluppo di applicazioni data-intensive di ricerca, industriali e commerciali. «L’apertura di questo nuovo centro rafforza l’impegno di IBM nella collaborazione open-source e rappresenta un passo avanti per l’espansione dell’ecosistema del software e delle soluzioni che ruotano intorno a OpenPower – ha dichiarato Dave Turek, vice presidente di Hpc Market Engagement in IBM -. In collaborazione con nVidia e Mellanox, il centro ci permetterà di sfruttare i punti di forza di ciascuna delle nostre società per estendere l’innovazione e offrire maggior valore ai nostri clienti in tutto il mondo»

. Attraverso la OpenPower Foundation, la comunità fondata da IBM, nVidia e Mellanox, il nuovo centro permetterà agli sviluppatori di software commerciale e open-souce di avere il supporto tecnico necessario per poter sviluppare applicazioni di high performance computing. Gli esperti delle tre realtà supporteranno gli sviluppatori a beneficiare dei vantaggi offerti dai sistemi OpenPower sfruttando l’architettura Power aperta e licenziabile di IBM insieme alla nVidia Tesla Accelerated Computing Platform e alle soluzioni di networking Mellanox InfiniBand: la classe di sistemi sviluppati in collaborazione con lo U.S. Department of Energy per i supercomputer di prossima generazione Sierra e Summit che verranno usati per ricerche sui big data dallo United Kingdom’s Science and Technology Facilities Council’s Hartree Centre.

«Il nuovo Power Acceleration and Design Center aiuterà i ricercatori e i tecnici ad affrontare le grandi sfide dei settori dell’energia e dell’ambiente, dell’informazione e dell’assistenza sanitaria, utilizzando le più avanzate architetture e tecnologie Hpc», ha aggiunto Gilad Shainer, vice presidente marketing di Mellanox Technologies. Il centro verrà guidato da un team di esperti di nVidia e Mellanox che saranno affiancati dai tecnici e dai ricercatori dell’IBM Client Center Montpellier e del Centro di Ricerca di Zurigo. Questo centro segue quello già annunciato in Germania nato dalla collaborazione tra IBM, nVidia e lo Jülich Supercomputing Center. «Aumentare le prestazioni di calcolo minimizzando il consumo di energia è una sfida che il settore deve vincere nella corsa all’exascale computing – ha proseguito Stefan Kraemer, direttore di HPC Business Development, Emea, presso nVidia -. Offrendo sistemi che combinano le Cpu IBM Power con acceleratori di Gpu e con la tecnologia di interconnessione Gpu ad alta velocità nVidia NVLink, siamo in grado di aiutare il nuovo centro a raggiungere entrambi gli obiettivi, consentendo ai ricercatori di dare una svolta alle loro ricerche».

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade

In Francia nasce un nuovo centro di ricerca a cura di IBM, nVidia e Mellanox

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *