Partner Program NetApp per il business trade | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

strategie

Il canale cresce con i Partner Program NetApp

di Loris Frezzato

03 Lug 2018

Il mercato italiano del vendor cresce il doppio della media europea, conquistando share e posizioni al top su Flash, SAN e storage enterprise. Cresce anche il numero dei partner, che sprona a cavalcare il cloud e ad agevolare la migrazione dei clienti

Un anno di piena soddisfazione per NetApp in Italia, sia dal punto di vista dei risultati, sia sul fronte del canale dei partner, in larga parte responsabile dei successi del fiscal year del vendor, concluso lo scorso aprile. Oltre 200 sono, infatti, i partner con cui il vendor ha collaborato nel 2018, con il contributo dei tre distributori Arrow, Computer Gross e Icos, supportati da una serie di Partner Program NetApp. Un numero di partner che in un anno è cresciuto del 10%. Come anche del 10% sono cresciuti i partner più strategici, ossia quelle realtà che con NetApp generano un fatturato significativo. E, in particolare, oltre 50 di questi 200, hanno realizzato una crescita a doppio digit anno su anno. «Un risultato importante che ci gratifica del lavoro fatto con il canale – commenta Andrea Fumagalli, channel manager di NetApp Italia, intervistato durante l’edizione 2018 del Partner Executive Forum EMEA tenutosi a Siviglia -, a riprova che il percorso che stiamo seguendo e proponendo ai nostri partner è in linea con le aspettative del mercato e, per contro, il canale trova soddisfazione dalla nostra strategia e opportunità in termini di remunerazione e profittabilità».

Andrea Fumagalli, channel manager di NetApp Italia

Alte performance per l’Italia

E il momento felice per il mercato italiano di NetApp viene confermato dai numeri, con una crescita dell’Italia del 30% contro una media europea del 15%: il doppio. Mentre IDC le assegna il primo posto sulla tecnologia Flash, con 24,2% di marketshare «Un messaggio che per i nostri partner diventa importante, nel momento in cui si presentano dai clienti proponendo una tecnologia che è leader di mercato» aggiunge Fumagalli, che continua: «Nel mercato dell’enterprise storage siamo saliti al terzo posto (dal quarto), con una share dell’11% e siamo cresciuti al terzo posto (dal quinto) anche nel mercato SAN, affrancandoci dalla storica etichetta di vendor fortemente identificato con il NAS. Sforzi che stiamo supportando anche attraverso una serie di Partner Program NetApp».

Flash, HCI e hybrid cloud per un’innovazione flessibile

Nel 2019, in linea con i tre imperativi, già attivi e reiterati nel corso del Forum di Siviglia, del Cloud ibrido, dell’hyperconverged infrastructure e dell’all flash, iniziano a concretizzarsi i risultati, con le prime vendite dei sistemi iperconvergenti, presentati qualche mese fa, mentre continuano ad avere successo i sistemi convergenti, quei FlexPod nati dalla collaborazione con Cisco, oltre agli NFlex, che invece coinvolgono Fujitsu.

Sposando la logica del multicloud, offrendo la scelta tra i tre diversi hyperscaler, in modo da togliere qualsiasi vincolo di scelta alle aziende e consentendo loro una gestione flessibile di costi e investimenti.

«La gestione del dato, in tal modo, viene fatta in base alle esigenze che il cliente ha in quel momento – riprende il channel manager -, potendo muoversi on premise o in cloud. Un’esigenza comune a qualsiasi target di azienda, dal midsize in su, e che il nostro canale deve essere in grado di assecondare».

I Partner Program NetApp a disposizione

Un canale che il vendor è pronto a supportare con una serie di attività, definite da più Partner Program specifici per le diverse aree.

Run to NetApp – è un programma orientato al parco installato, il quale è stato aggiornato con l’aggiunta di macchine Pure Storage e Nutanix tra quelle sostituibili con i prodotti NetApp e, a seconda del valore del deal, secondo una griglia di valutazione, si può arrivare a ottenere fino a 120.000 euro di rebate, per valori minimi del deal di 25.000 euro.

Net New Name – con cui NetApp premia con un rebate del 10% chi porta nuovi nominativi, ossia quei clienti che negli ultimi anni hanno acquistato per meno di 50K

Converged Infrastructure Incentive – è invece il programma che si basa sulle soluzioni HCI, NFlex e FlexPod, che consentono di avere il 5% di rebate sul valore del deal, senza soglia d’ingresso.

Net Sales Credit – che sull’acquisto di prodotti della famiglia AFF – All Flash Fas viene dato un credito economico secondo il tipo di macchina, che il cliente può spendere per l’acquisto di nuove macchine o per fare un refresh tecnologico del proprio parco macchine. Macchine che sono vendute con l’Efficiency Guarranty, ossia con la garanzia per il cliente dell’ottenimento dell’obiettivo prefissato in termini di efficienza dei dati, mediante la fornitura delle tecnologie necessarie.

Investment to Reward – Una spinta ai partner per la costruzione di soluzioni che includano tecnologie NetApp, sfruttando temi quali Devops, Data Analytics, IoT e Videosorveglianza.

Loris Frezzato

Prendetemi così: dopo decenni dedicati al trade, ancora trovo il modo di entusiasmarmi per un settore che non smette di cambiare. Caporedattore #Digital4Trade