IBM e i Business Partner, focus sulla Transformation | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IBM e i Business Partner, focus sulla Transformation

di Maria Teresa Della Mura

09 Apr 2018

Intervista a Francesco Casa, Director Global Business Partner in IBM Italia sui percorsi di trasformazione dei BP della società e sugli strumenti che facilitano i cambiamenti

Se è vero che IBM ha cambiato pelle in questi anni, è altrettanto vero che anche per i suoi Business Partner è arrivato il momento di affrontare un importante cambiamento.
Ne abbiamo parlato con Francesco Casa, Director Global Business Partner in IBM Italia, in questa videointervista.

Francesco Casa sottolinea come il cambiamento si snodi lungo tre direttrici principali: in primis i dati, considerati valore differenziante, seguiti dai sistemi, vale a dire sulla tecnologia IBM, e dal cloud, che rende accessibili a tutti tecnologie e soluzioni.

Nuovi strumenti e iniziative a supporto dei Business Partner IBM

È un percorso non semplice, in uno scenario articolato, che IBM supporta con nuovi strumenti e iniziative a supporto dei propri partner, a partire dal programma PartnerWorld, attraverso il quale rende disponibile 1 miliardi di dollari di incentivi.
Il supporto prosegue con iniziative come gli hackathon, le master academy, le sessioni di design thinking, attraverso le quali IBM sostiene non solo lo sviluppo di soluzioni innovative, ma anche i percorsi di trasformazione dei modelli di business.

Il ruolo del Cloud

La piattaforma abilitante questo percorso di cambiamento è, naturalmente, il cloud.
Un cloud per le imprese”, specifica Casa, “che mette i dati al centro, proteggendoli con soluzioni crittografiche, e consente di trarne valore e vantaggio competitivo”.
il cloud IBM poggia su data center dislocati in tutto il mondo, incluso uno nell’area milanese. Ogni datacenter ospita fino a 5000 server, garantendo prestazioni e sicurezza con una latenza minima.
“Inoltre, il Cloud IBM mette in prima linea la conformità con il GDPR, accompagnando le aziende nel loro percorso di adeguamento alla normativa europea”.

Maria Teresa Della Mura