I clienti di Aditinet viaggiano, al sicuro, in "First Class" | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

I clienti di Aditinet viaggiano, al sicuro, in “First Class”

di Loris Frezzato

20 Apr 2017

Scouting di nuove soluzioni per la sicurezza e servizi gestiti, il portafoglio del system integrator si amplia a oltre 30 brand per un’IT Security che parte dalla consulenza

Per il 2017 si è appuntata la targa di First Class IT, a indicare il plus del valore aggiunto fatto di servizi che contraddistingue la propria offerta e che la rende riconoscibile rispetto alla semplice vendita di soluzioni di gran parte della competition. È questo, infatti, il lato che maggiormente intende evidenziare di sé Aditinet Consulting, azienda di system integration nata nel 2004 dall’iniziativa dei 4 co-fondatori Paolo Marsella, Armidoro Belisario, Luigi Chignola e Alberto Mez, che hanno puntato a una realtà dedita alla vendita di soluzioni, rete e sicurezza integrate con una serie di servizi professionali e gestiti da remoto.
«Siamo un’azienda nata dalla comunione di intenti e dalla complementarietà di competenze e di esperienze di 4 ex colleghi e che oggi impiega 45 persone tra le sedi di Roma e Milano e un ufficio commerciale a Padova, alle quali da 2 anni si è aggiunta anche una sede negli UK vicino a Londra – descrive il CEO Paolo Marsella -. Per un giro d’affari 2016 che in Italia è stato di 18,4 milioni di euro, il 32% in crescita rispetto all’esercizio precedente, e ben 22 milioni di ordinativi, cresciuti, questi, del 60%».

 

Un business, quello di Aditinet, che è cresciuto nel tempo sia in termini di risultati, sia di offerta e di competenze, inizialmente nato dalla vendita assistita del proprio portafoglio di prodotti, orientato soprattutto alle grandi reti. A cui si è poi aggiunto l’ambito della sicurezza, che via via ha preso piede in azienda al punto che «oggi siamo identificati dal mercato come realtà focalizzata sulla sicurezza e sui servizi di consulenza tecnologica, di architetture e di soluzioni, con una costante crescita in specializzazioni che ci ha portato a organizzare un team di servizi gestiti 7×24 per grandi clienti che ci hanno affidato l’intero ciclo di vita della sicurezza della produzione dei loro prodotti» dettaglia Marsella, che continua: «offerta che arricchiamo continuamente con lo scouting di soluzioni nuove, sapientemente mixate con un offering fatto di brand noti. Uno sforzo di scouting e di validazione che ci consente, però, di essere tra i primi ad avere le competenze e le certificazioni adatte nel momento che il prodotto viene riconosciuto dal mercato, pronti con referenze già attive».

 

Un esempio è l’accordo con PaloAlto Networks, introdotto a listino nel 2008 quando ancora era considerata una startup e ancora non era presente con una filiale italiana, brand per il quale Aditinet si è occupato della copertura del mercato italiano, rimanendo, oggi, tra i maggiori partner italiani ed europei del marchio. O, ancora, Light Cyber, che poi è stata acquisita da PaloAlto stessa. Ma l’offerta del system integrator comprende anche altri nomi, tra cui Extreme Networks, Juniper Networks, Arista, Cisco Security, F5 Security ed F5 Networks, Tufin, Arbor Networks, Imperva, Splunk e VMware per la parte di NFX di Software Defined Networking.
«Un’offerta che proponiamo ai nostri clienti, anch’essi “First Class IT” come noi – interviene il sales director Armidoro Belisario -, di calibro enterprise, come la Pubblica Amministrazione Centrale, con ministeri, Istat, Presidenza del Consiglio; quindi i settori Banking e Finanza, Servizi, Manifatturiero, Trasporti. Un parco clienti in crescita che ci fa prevedere incrementi importanti dell’ordine del 20% per l’anno in corso, trainati anche dai tanti consolidamenti che stiamo assistendo nella concorrenza e al boost che ci attendiamo dall’attuazione del GDPR».

Loris Frezzato

Prendetemi così: dopo decenni dedicati al trade, ancora trovo il modo di entusiasmarmi per un settore che non smette di cambiare. Caporedattore #Digital4Trade