EMC e VMware delegano a Virtustream la sfida del cloud ibrido | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Strategie

EMC e VMware delegano a Virtustream la sfida del cloud ibrido

di Gianluigi Torchiani

22 Ott 2015

Sotto questo brand saranno riunite le attività cloud delle due società. L’obiettivo è conquistare il mercato enterprise

In attesa di dare vita alla nuova società con Dell, EMC e VMware fanno un altro passo importante verso il cloud, seppure in versione ibrida. Le due società (la prima controlla la maggioranza della seconda) hanno annunciato l’intenzione di dar vita a una nuova organizzazione, sotto il brand Virtustream, dedicata ai servizi cloud facendo confluire le rispettive capacità in quest’area, unitamente all’offerta cloud di Virtustream. In buona sostanza la nuova entità includerà e allineerà le capacità cloud di EMC Information Infrastructure, VCE, Virtustream e VMware. La nuova struttura sarà posseduta pariteticamente da VMware ed EMC, e sarà guidata dal CEO di Virtustream Rodney Rogers. Gli obiettivi sono dichiaratamente ambiziosi: la società metterà a disposizione una gamma di servizi gestiti per infrastrutture on-premises e proporrà la propria piattaforma Infrastructure-as-a-Service di livello enterprise unificata, per permettere ai clienti di spostare tutte le loro applicazioni, comprese quelle mission-critical, verso ambienti IT basati su cloud.

Insomma, è inevitabile che la nuova società andrà in qualche modo a confrontarsi nell’arena dei grandi giganti del cloud, Amazon, Microsoft e Google in testa, che puntano allo stesso mercato, quello enterprise. Ma poiché il focus tecnologico è il cosiddetto Hybrid cloud, che prevede ricorso anche a cloud pubblici esistenti, è probabile che si cercheranno accordi di partnership più che di competizione diretta. La previsione è comunque di generare già nel 2016 diverse centinaia di milioni di dollari in ricavi derivanti da servizi cloud enterprise, con la prospettiva di crescere ulteriormente nei prossimi anni, diventando una realtà da diversi miliardi di dollari. Un’ambizione che può rappresentare anche un’opportunità per il canale: i servizi cloud di Virtustream saranno erogati ai clienti in parte anche tramite la rete di partner.

«Sono lieto e onorato di avere l’opportunità di guidare la nuova Virtustream – ha dichiarato Rodney Rogers, Chief Executive Officer di Virtustream – . La nostra vision che combina la proprietà intellettuale con una piattaforma cloud e capacità di servizio per le applicazioni mission-critical metterà a disposizione, con il sostegno di EMC e VMware, una soluzione hybrid cloud focalizzata sull’ambito enterprise, senza paragoni sul mercato. Ci aspettiamo che Virtustream diventi uno dei primi cinque service provider del mondo e siamo entusiasti per ciò che tutto questo potrà significare per i nostri clienti, partner e per EMC Federation».

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade

EMC e VMware delegano a Virtustream la sfida del cloud ibrido

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *