Con Futura City Tech Data racconta come funzionano le città intelligenti | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Progetti

Con Futura City Tech Data racconta come funzionano le città intelligenti

di Gianluigi Torchiani

14 Giu 2016

L’evento, gratuito e aperto anche agli utenti finali, è in programma a Milano il prossimo 13 ottobre, con la partecipazione di 30 vendor di tecnologia

Di smart city se ne parla ormai da tantissimi anni ma, a parte alcuni interessanti progetti che si sono visti nel corso di Expo 2015, di realizzazioni concrete se sono viste ben poche. Tutto il contrario dovrebbe succedere a Futura, l’evento organizzato per il prossimo 13 ottobre a Milano (Eastend Studios, Via Mecenate 90) dal distributore Tech Data, che ha l’obiettivo di raccontare l’applicazione delle tecnologie più innovative per le smart city nei vari ambiti della quotidianità e di farle provare dal vivo. In questo evento unico e del tutto gratuito i partecipanti potranno visitare gli edifici e camminare per le strade nella riproduzione di una città intelligente; entrare nella scuola, nell’ospedale, nei negozi, nella casa, per scoprire, ad esempio, la tecnologia che abilita un nuovo modello di apprendimento, la crittografia dei documenti riservati, il document imaging, i sensori di movimento, la realtà aumentata. Ma parlarne non è abbastanza, bisogna provare l’esperienza.

Vincenzo Baggio, VP Managing Director Tech Data Italia ha dichiarato: «Nei prossimi anni, la città molecolare dialogherà con la città digitale, le persone e le cose (palazzi, automobili, device tecnologici, telecamere, etc) in modo costante. Comunicazioni che modificheranno le relazioni e il funzionamento dei centri urbani e la vita dei cittadini. Una città così non esiste ancora, ma nascono sempre più soluzioni e progetti che aumentano l’intelligenza delle città esistenti. Tech Data con Futura racconta queste soluzioni in modo semplice e nuovo, attraverso casi ed esempi concreti». Futura ha come cuore la piattaforma web www.smartcity-futura.it in cui cittadini, aziende, pubblica amministrazione e rivenditori possono trovare post, case history, interviste e video interviste che spiegano come le nuove tecnologie dei produttori dell’Information Technology possano rendere più smart le città, migliorando i servizi e la vita di tutti noi. Al progetto hanno aderito più di 30 multinazionali leader del settore ICT.

Come racconta Renato Cosenza, Marketing Communication & Datech Director Tech Data Italia: «Il progetto è nato per fornire ai nostri clienti, i rivenditori di informatica, un unico ambito nel quale trovare casi pratici che li potessero ispirare nella proposizione di valore dei prodotti tecnologici ai propri clienti. Approfondendo progressivamente l’argomento smart city ci siamo resi conto che andava allargato il pubblico dei possibili fruitori. Questo nuovo mercato va prima compreso da tutti per poter essere un ambito anche di sviluppo a livello di business».

Antonella Baldassarre, corporate communication manager di Tech Data Italia
Aggiunge Antonella Baldassarre, Corporate Communication Manager Tech Data Italia: «Nell’ottica della diffusione dei contenuti che rendono le città più smart, per la prima volta come Tech Data abbiamo deciso di utilizzare una piattaforma dedicata, dei canali Social e di coinvolgere un testimonial d’eccezione come Marco Berry per aiutarci a raccontare in modo avvincente le soluzioni attraverso una web serie a puntate. Ed è anche la prima volta che ci rivolgiamo, in termini di comunicazione, anche agli utenti finali. Una scelta dettata dal voler contribuire attivamente al processo che porterà l’affermazione delle città smart in Italia nei prossimi anni».

Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito www.smartcity-futura.it e i canali social: Facebook www.facebook.com/SmartCityFutura/  e Twitter www.twitter.com/SmartCityFutura

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade