AWS spiega ai partner la forza del cloud | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

AWS racconta ai partner italiani i super poteri del cloud

di Redazione

15 Giu 2017

Nel corso della tappa italiana dell’AWS Summit è stata annunciata la disponibilità dell’AWS IoT Button, che dunque può essere ordinato direttamente dai siti retail della società nel Regno Unito, in Germania, Francia, Italia e Spagna

La rivoluzione del cloud pubblico ha un protagonista principale: AWS, la divisione dedicata di Amazon che è di gran lunga il principale operatore del mercato a livello globale. Non stupisce dunque che fossero più di 1500, tra clienti, partner, sviluppatori, a seguire il keynote di apertura di AWS Summit, tappa milanese del ciclo di incontri che Amazon Web Services sta organizzando in tutta l’area Emea tra maggio e giugno. Sul palco, a fare gli onori di casa, Marco Argenti, Vice President, IoT, Mobile and Serverless Compute della società. A lui il compito di raccontare a una platea, composta per oltre la metà di persone al loro primo incontro con AWS, come ci racconta Danilo Poccia, Emea Evangelist della società, non solo il cosa, ma anche il come e il perché del viaggio verso il cloud. Argenti racconta di un cloud non più e non solo piattaforma d’elezione per le startup, “per le quali rappresenta una scelta naturale”, ma anche per il mondo Enterprise: “AWS è presente in tutti i principali settori industriali, così come ha fatto ormai da tempo il proprio ingresso anche nella Pubblica Amministrazione”. Ma se questa è la premessa, poi per Argenti, arrivato a Milano da Seattle, arriva il momento di scendere nel concreto, spiegando perché il cloud, e il cloud di AWS in particolare, è elemento di differenziazione e di vantaggio competitivo.

I Super Poteri del Cloud AWS

La risposta, in fondo, è semplice: “Perché il cloud ha i superpoteri”.
Per Argenti la metafora dei “Super Powers” serve come fil rouge per raccontare tutto quanto c’è in Amazon Web Services, a partire dall’infrastruttura, con le Region e le Availability Zone in tutto il mondo, per passare ai servizi (“ne aggiungiamo tre nuovi al giorno”, ci spiegherà più tardi Poccia) e arrivare agli oltre 1.200 ISV attivi, che sviluppano soluzioni rendendole disponibili sul marketplace.
I superpoteri del cloud AWS, nel racconto di Argenti, sono la velocità (la “Supersonic Speed”, la definisce), la numerosità dei servizi, la scalabilità. L’invisibilità è invece il super potere che consente ad Argenti di introdurre il tema dei microservizi e del serverless computing. Si toccano infine le tematiche più attuali, dall’IoT all’Industria 4.0 quando si parla di vista a Raggi X, il superpotere legato agli analytics, e di capacità predittive, derivanti da tutto quanto ruota intorno al machine learning.

 

IoT Button disponibile per gli sviluppatori europei

Oltre alle strategie, in occasione dell’evento Amazon Web Services, è stato fatto un annuncio estremamente concreto: in particolare, è stata resa nota la disponibilità per il mercato europeo del suo AWS IoT Button, che dunque può essere ordinato direttamente dai siti retail della società nel Regno Unito, in Germania, Francia, Italia e Spagna. Il button, che sul sito italiano viene attualmente proposto a un costo unitario appena inferiore ai 22 euro (il prezzo non promozionato si attesta invece appena al di sotto dei 25 euro), è un dispositivo Wifi programmabile indirizzato agli sviluppatori che lo possono utilizzare per testare, provare e quindi rilasciare progetti innovativi basati sulla tecnologia AWS Internet of Things, senza necessità di sviluppare hardware, firmware o protocolli aggiuntivi. Tutta l’attività di programmazione avviene sul cloud di Amazon e il Button supporta diverse modalità di input: click singolo, doppio o lungo. La configurazione del button può avvenire utilizzando la App mobile AWS Button Developer, disponibile a titolo gratuito dagli store online delle piattaforme Android e IoS. I casi d’uso previsti per il button sono molteplici: si va dalla home automation all’immissione degli ordini, alle notifiche. AWS IoT Button si integra sia con API di terze parti, sia con molti servizi AWS quali AWS IoT, AWS Lambda, Amazon DynamoDB, o ancora Amazon SNS.