Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Distribuzione

Accadis spinge le tecnologie flash di Hitachi

di Gianluigi Torchiani

12 Apr 2016

Il distributore ha presentato Flash Lab, un apposito programma di iniziative

Marina Tedone, product marketing e business development manager di Accadis
Accadis, integratore italiano di prodotti e soluzioni dedicati al data storage (parte del gruppo Computer Gross), ha inaugurato il Flash Lab, un programma di iniziative per la promozione delle soluzioni flash di Hitachi Data Systems, di cui è uno dei principali distributori in Italia. Oltre alla possibilità di verificare i vantaggi che le soluzioni flash, all’interno del Flash Lab partirà una speciale campagna di recruiting di nuovi partner di Accadis, ribattezzata “Flash is the new black”. L’obiettivo è offrire alle aziende italiane e ai propri partner soluzioni accessibili anche in termini di costo, che permettano elevati livelli di utilizzo dei dati.

Il portfolio flash di Hitachi comprende la nuova Hitachi Virtual Storage Platform (VSP) serie F, all-flash, modelli avanzati di offerte Hitachi VSP serie G, moduli flash di nuova generazione con compressione dei dati in linea (FMD DC2) e gli strumenti Hitachi Automation Director e Data Center Analytics, che sono pensati per garantire maggiore capacità e tempi di risposta accelerati.

«Tutti parlano di disruption. E nel mercato dello storage se ne parla a ragione, anche alla luce delle recenti acquisizioni e della riduzione della spesa di IT che tutte le aziende ed enti italiani affrontano. Il business del data storage si va ridefinendo. C’è uno spostamento dai tradizionali HDD alle soluzioni flash, e l’affermarsi del cloud ci supporta anche nella comprensione della nostra offerta e del nostro approccio unico. La nuova offerta flash di HDS ci aiuta a far comprendere la nostra visione: i benefici di una soluzione di data storage non possono limitarsi alle performance delle applicazioni. La parola d’ordine è ottimizzazione – ha commentato Marina Tedone, Product Marketing e Business Development Manager di Accadis -. La disponibilità di dispositivi flash multi-terabyte consentirà alle soluzioni flash di competere con i dischi ad alte prestazioni in termini di capacità per costo. Di conseguenza la maggioranza dei sistemi di storage implementati nel 2016 conterrà una parte di soluzioni flash che permettono di migliorare i tempi di risposta e di ridurre i costi di gestione delle performance dello storage».

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade