Un nuovo "Core" per spingere il mercato mobile a valore, la sfida di Intel | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Processori

Un nuovo “Core” per spingere il mercato mobile a valore, la sfida di Intel

di Marco Maria Lorusso

17 Set 2014

A pochi giorni dagli annunci dell’Ifa di Berlino e l’Intel Developer Forum, Intel torna alla carica con altre novità. Questa volta al centro della scena c’è Intel Core M, un nuovo processore specificatamente dedicato agli apparecchi in mobilità sdi fascia alta

Come ha raccontato nel corso della presentazione italiana Carmine Stragapede, direttore generale di Intel Italia,  nel portafoglio prodotti dell’azienda  mancava una famiglia di processori progettata espressamente per gli apparecchi in mobilità: “Intel Core M è pensato per tutte quelle macchine che hanno bisogno di grandi prestazioni. Si tratta del nostro punto di partenza nel mondo della mobilità, che garantisce prestazioni importanti: rispetto a 4 anni fa la durata della batteria è raddoppiata, la grafica è sette volte superiore. Ma il messaggio più importante che vogliamo trasmettere è che con questo processare siamo riusciti a superare dal punto di vista delle fruizioni grafiche le prestazioni della concorrenza (il riferimento è chiaramente ARM, ndr) . Dunque si tratta di processori destinati alla fascia alta del mercato. Già nella stagione di Natale ci aspettiamo di vedere i primi importanti volumi”. 

Più nel dettaglio, il nuovo processore è destinato inizialmente ai nuovi dispositivi 2 in 1 (fascia di mercato sulla quale Intel vuole continuare a puntare) di numerosi produttori, tra cui Acer, ASUS, Dell, HP, Lenovo e Toshiba, con prodotti in vendita già a partire da ottobr, mentre ulteriori device entreranno in commercio a inizio 2015.  

Intel Core M promette prestazioni di elaborazione fino al 50% più veloci e prestazioni grafiche fino al 40% superiori rispetto a un paragonabile precedente  processore Intel Core di quarta generazione .Il package del processore Intel Core M rispetto alla precedente generazione è più piccolo del 50% e, con soli 4.5 watt, ha un Thermal Design Power del 60% inferiore. Ciò permette agli OEM di progettare sistemi eleganti e, soprattutto, privi di ventola, con meno di 9 mm di spessore, più sottili di una batteria di tipo AAA e dei migliori notebook oggi disponibili. Il merito è del nuovo processo produttivo da 14 nanometri.  Intel Core M non rappresenta però il primo capitolo della tanto attesa quinta generazione di processori Intel: per quella, hanno precisato i rappresentanti della società, si dovrà aspettare la primavera del 2015. Il processore Intel Core M sarà disponibile in molteplici versioni: i processori Intel Core M-5Y10/5Y10a fino a 2 GHz e il processore Intel Core M-5Y70 fino a 2,6 GHz. Quest’ultimo sarà disponibile anche con tecnologia Intel vPro per dispositivi 2 in 1 aziendali, con caratteristiche di sicurezza integrate per proteggere i dati, le identità degli utenti e l’accesso alla rete.

 

Marco Maria Lorusso

Servitore della penna, la fatica come vocazione. Pugile e Medievalista mancato. Divoratore di BritPop e Dylan Dog, papà di Gaia Maria e Riccardo. #Sergente