#TeamSystem cambia passo, un nuovo modello di vendita e l'integrazione del cloud di Microsoft | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Intese e nuove opportunità

#TeamSystem cambia passo, un nuovo modello di vendita e l’integrazione del cloud di Microsoft

di Gianluigi Torchiani

26 Mar 2015

La scorsa settimana a Rimini è andata in scena l’attesissima due giorni della Convention TeamSystem. Oltre 1200 persone per un evento chiave per il canale in cui sono state annunciati nuovi modelli di vendita e soprattutto il fatto che Azure e Office 365 saranno progressivamente inserite in alcune delle principali piattaforme della software house. I dettagli e la diretta Twitter dell’evento

Un’alleanza nel segno della nuvola: TeamSystem, punto di riferimento in Italia nel software e nei servizi per professionisti e aziende, con una base di circa 200.000 clienti, ha siglato un accordo con Microsoft, per l’utilizzo degli ERP in modalità cloud. Concretamente la partnership prevede infatti – in un percorso a più tappe – l’integrazione dell’offerta applicativa di TeamSystem sulla piattaforma cloud Microsoft Azure e con i servizi di produttività e collaborazione di Office 365. In questo modo l’utilizzo dei gestionali da parte di aziende, professionisti, commercialisti e avvocati, dovrebbe essere totalmente accessibile via web e mobile in sicurezza e libero dai vincoli e costi di gestione dell’hardware.

A essere coinvolte sono due delle principali piattaforme di TeamSystem come Lynfa Cloud e Lybera Cloud, rivolte agli studi professionali, e Alyante, la nuova linea di offerta web dedicata al mercato aziendale. L’intesa che è molto importante sia per Microsoft, da tempo impegnata ad allargare la sua base utenti in ambito cloud, ma anche per la stessa TeamSystem, che può mettere a disposizione dei propri clienti una delle soluzioni cloud più note e i noti strumenti per la produttività della casa di Redmond. Un’opportunità significativa, ovviamente, anche per il canale della software house italiana. L’accordo tra i due gruppi prevede inoltre l’avvio di un cantiere di lavoro per rafforzare  l’offerta di soluzioni TeamSystem verso le aziende italiane che vogliono operare sui mercati internazionali, ritenuta una delle aree di mercato a maggior potenziale di crescita nel nostro Paese.

«Vogliamo creare per i nostri clienti e software partner un’offerta ancora piu completa – ha commentato Federico Leproux, amministratore delegato di gruppo TeamSystem – mettendo a disposizione le sinergie tra la nostra expertise e quella di altri player di riferimento come Microsoft per rendere la tecnologia per il business agile e immediata. Un passaggio che vede nella crescita della nuvola un driver decisivo: dopo un inizio a rilento, dovuto a scetticismi legati principalmente alla privacy e alla sicurezza, il cloud ora sta sperimentando un fermento significativo, anche se il suo vero e proprio boom si svilupperà solo se l’ecosistema IT lavorerà insieme per rendere gli utenti finali consapevoli delle sue potenzialità e benefici di business».

Carlo Purassanta, AD di Microsoft
«Secondo gli ultimi dati Assinform il cloud è in costante crescita (+37,4%), e si stanno creando i presupposti per una vera e significativa accelerazione in Italia che porterà il cloud a rappresentare una porzione preponderante degli investimenti in tecnologia – ha dichiarato Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. “Il cloud computing democratizza l’innovazione e consente anche alle organizzazioni più piccole di dotarsi di tecnologia avanzata senza doversi preoccupare di problematiche quali manutenzione IT, sicurezza e business continuity. Nell’era del digitale non si può prescindere dal cloud ed è per questo che i player IT devono fare squadra per promuovere la diffusione di questo paradigma tecnologico e supportare la digitalizzazione delle piccole e medie realtà. In questa logica siamo entusiasti di collaborare con la principale software house italiana, con cui metteremo a fattor comune know-how e risorse per proporre soluzioni integrate e per formare esperti in grado di accompagnare le PMI verso la trasformazione digitale del loro business».

 

 

 

 

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade