Symantec si rafforza nella sicurezza: acquisita Blue Coat | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Operazioni

Symantec si rafforza nella sicurezza: acquisita Blue Coat

di Gianluigi Torchiani

14 Giu 2016

Il vendor ha investito 4,6 miliardi di dollari nella società specializzata nella web security. L’obiettivo è rispondere con più efficacia alla nuove sfide del cybercrime

Symantec si rafforza notevolmente in ambito security: il vendor ha infatti annunciato di aver raggiunto un accordo per l’acquisto di Blue Coat, società specializzata nella sicurezza via web, per complessivi 4,65 miliardi di dollari. Symantec ha deciso insomma di reinvestire una buona fetta dei quasi 8 miliardi ricavati all’inizio del 2016 dalla cessione di Veritas (data storage) proprio nel decisivo comparto della security. Un’azienda tra l’altro in salute, che aveva messo a segno una crescita del 17% nel 2015, effettuando anche un importante investimento che ne ha ulteriormente aumentato il valore. Al contrario, Symantec da alcuni trimestri accusa alcune difficoltà. Ma ci sono anche ragioni non finanziarie che spigano l’operazione: innanzitutto, in un’epoca in cui le minacce del cybercrime si moltiplicano e sono sempre più forti, i vendor devono dimostrare in grado di coprire l’intero perimetro della sicurezza, soprattutto se vogliono affrontare il versante enteprise.

Symantec, specializzata sinora sulla protezione degli endpoint, potrà contare ora sulle soluzioni Blue Coat per la protezione degli end point, come esplicitato anche nel comunicato ufficiale. Da notare che le due aziende combinate potranno contare su una squadra dedicata di 3.000 ricercatori, che dovranno stare dietro alle nuove minacce del cybercrime. Anche perché, restando in ambito security, Symantec ha fatto nel tempo la sua fortuna grazie soprattutto agli antivirus destinati al mercato consumer, in particolare ai classici Pc. E questo segmento di mercato, si sa, nel prossimo periodo è destinato a un andamento a dir poco piatto, che rischia di compromettere ulteriormente i già risicati margini dei produttori. Da qui la necessità di Symantec di concentrare maggiormente i propri sforzi sul versante enterprise della sicurezza, dove comunque il vendor può vantare già 370.000 clienti.

A testimonianza della necessità di una iniezione di forze fresche in azienda, c’è da evidenziare come l’attuale CEO di Blue Coat, Greg Clark, dopo il completamento della acquisizione (comunque entro il 2016), diventerà il nuovo CEO di Symantec. Da un punto di vista tecnologico la strada indicata è chiara, ed è quella del cloud, con circa 12.000 prodotti già disponibili in questa modalità, in massima parte portati in dote da Blue Coat. Per il canale Symantec, insomma, si prospetta la concreta opportunità, da qui a pochi mesi, di rafforzare ulteriormente il proprio portafoglio di soluzioni in ambito sicurezza.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade