Stormshield punta al rafforzamento del canale | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Sicurezza

Stormshield punta al rafforzamento del canale

di Gianluigi Torchiani

05 Dic 2016

Tra gli obiettivi del vendor di sicurezza per il 2017 c’è anche il recruitment di nuovi operatori e ulteriori investimenti nel marchio

Nell’affollato panorama della sicurezza informatica c’è sicuramente un vendor che sta mettendo a punto uno sviluppo importante, puntando tutte le sue carte sul canale. Stiamo parlando di Stormshield, parte del gruppo Airbus, che grazie alle sue soluzioni di sicurezza di nuova generazione si è rapidamente imposta sul mercato nazionale. L’intero business del gruppo è infatti legato alla vendita indiretta: oggi in Italia Stormshield può contare su 4 distributori (Avnet, Econnet, Sintel e Symbolic) che assicurano un’importante copertura territoriale.

Che assistono una nutrita base di partner: il gruppo più consistente è rappresentato dai partner Silver, che sono circa 120 in Italia. Per essere tali occorre possedere almeno un certificato admin su una linea di prodotto, con l’obbligo di esporre il logo Stormshield sul proprio sito. In cambio si ha la visibilità sul partner locator tool, la partecipazione alle beta di prodotto e si possono ottenere sconti sino al 20%. Requisiti un po’ più elevati sono richiesti invece ai Gold Partner(attualmente 31 in Italia) : occorre infatti raggiungere un certificato expert almeno su una linea. Inoltre deve essere presente in azienda un prodotto nfr per uso interno o demo unit. In cambio si ha diritto alla registrazione alla protezione dei deal tramite il portale partner, a iniziative di Lead generation e a uno sconto del 30%. Infine, nella Penisola sono presenti tre Partner Platinum, che in più devono possedere almeno due certificati T&S su una linea, accedendo però a scontistiche ancora superiori, nell’ordine del 35%.

Questo ecosistema variegato di operatori può contare su obiettivi ambiziosi anche per il 2017, tra cui l’espansione del fatturato internazionale (cioè al di fuori della Francia) del 25%, salvaguardando al contempo i margini dei suoi rivenditori. Per raggiungere questo obiettivo il gruppo transalpino punta sul rafforzamento dei team di vendita presenti nei vari stati, ma anche investendo nella relazione con il mondo della distribuzione. Non meno importante è l’avvio di un’importante campagna di recruitment di nuovi rivenditori e system integrator. Inoltre saranno effettuati numerosi investimenti per rafforzare la visibilità del marchio.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade