Smart working, così Polycom porta il digitale nelle sale riunioni | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Digital Transformation

Smart working, così Polycom porta il digitale nelle sale riunioni

di Redazione

06 Lug 2018

Il gruppo ha lanciato una serie di novità legate alla gestione delle interazioni nelle meeting room. L’obiettivo? Far sviluppare dinamiche di lavoro agile all’interno delle aziende. Per questo punta con convinzione su cloud e piattaforme integrate. Ecco le novità

La tecnologia come strumento per potenziare lo smart working. E rendere sempre più agili le dinamiche aziendali, sfruttando soprattutto la collaborazione tra persone e dispositivi. È questa la mission di Polycom, società che mette a disposizione del mercato soluzioni di collaboration flessibili per diverse tipologie di ambienti professionali. Fedele al motto “human to human connection”, Polycom – società acquisita di recente da Plantronics  – ha presentato una serie di novità legate alla gestione delle interazioni nelle sale riunioni. A cominciare da una nuova strategia in ambiente cloud, con le soluzioni Polycom Cloud Services e Polycom Device Management Services (PDSM), ma anche con l’arrivo di aggiornamenti per semplificare l’esperienza video nelle meeting room. Senza dimenticare le nuove funzionalità di Polycom Trio, uno prodotti di punta del gruppo, sviluppate insieme ai partner strategici.

Lo smart working che collega le persone

«Il messaggio che vogliamo mandare è “connessione tra le persone, grazie alla tecnologia” – spiega Claudio Mignone, country manager di Polycom. Per farlo puntiamo a rendere trasparente e semplice la tecnologia stessa. Senza dimenticare gli ecosistemi che stanno intorno a noi, i quali incidono sulla strategia di business dell’azienda. Per questo sviluppiamo soluzioni di smart working in grado di essere integrate con la tecnologia esistente».

Sfruttando le potenzialità del cloud, il servizio di Polycom offre nuove funzionalità alle aziende per la gestione e la valutazione dei propri dispositivi telefonici. Si tratta di soluzioni in grado di semplificare il processo di gestione del ciclo di vita dei device audio, sfruttando la forza della nuvola per offrire dati e analisi con l’obiettivo di gestire, monitorare e misurare la complessità dei telefoni nelle sale riunioni. I nuovi servizi in questione sono rivolti sia a clienti enterprise (consente ai professionisti IT di gestire in modo semplice e trasparente tutti i dispositivi audio Polycom da un unico portale) che a service provider (garantendo l’integrazione, la gestione e l’analisi dei dispositivi audio Polycom nell’esperienza del portale clienti).

Il video come strumento di supporto allo smart working

Il potenziamento dello smart working da parte di Polycom, passa anche attraverso le soluzioni video. In questo ambito, le novità più significative si muovono su tre direzioni: funzionalità estese per Polycom Trio, l’accesso sicuro degli utenti guest a Polycom Pano per la condivisione dei contenuti, e la partnership con Zoom per il lancio di Polycom Zoom Rooms. Sintetizzando, nel primo caso Polycom Trio si integrerà con un codec specifico aumentando la portata della funzionalità di videoconferenza (aggiungendo, ad esempio, il riconoscimento facciale). Per quanto riguarda Polycom Pano, questo servizio funzionerà su una seconda rete wireless e in modalità di sola “ricezione”, garantendo un alto livello di sicurezza e consentendo alle piattaforme di riunione di connettersi e condividere materiale in totale sicurezza. Mentre grazie alla rafforzata partnership con Zoom, adeso Trio è in grado di supportare le cosiddette Zoom Rooms.

Polycom e il rapporto con i partner strategici

Le novità su Polycom Trio però non sono finite, perché la società ha annunciato nuove funzionalità insieme ai partner strategici Microsoft, Amazon, Zoom e BlueJeans. Nel dettaglio: lo “smartphone” delle riunioni supporterà d’ora in avanti Microsoft Teams per i meeting e le chiamate, implementando l’app di Teams per i telefoni; insieme ad Amazon si rinnovano l’impegno nel coniugare le innovazioni nell’elaborazione del linguaggio naturale con l’expertise di Polycom nella comunicazione, al fine di semplificare l’esperienza dell’utente per i dipendenti nelle generazioni a venire; allo stesso tempo certificata la tecnologia di Trio per integrarsi alla nuova piattaforma di riunioni di BlueJeans per spazi di lavoro moderni; così come viene abilitato l’utilizzo del dispositivo per l’utilizzo durante i meeting con un’interfaccia utente Zoom.

 

In relazione a queste novità, Andrea Recupero, SE Voice South EMEA & BeNeLux at Polycom ha dichiarato: «Lavorare in ottica di ecosistema per noi è fondamentale, specialmente in un’ottica dialogo con i clienti. In altre parole, lavoriamo con le aziende dell’ecosistema in maniera sinergica. Significa che quando lanciamo un prodotto sul mercato sappiamo questo prodotto si potrà integrare con la tecnologia del cliente, e tutto ciò razionalizza i costi lato Polycom».

 La strategia per il canale di Polycom

Per quanto riguarda, infine, i programmi di canale, Polycom promuove costantemente corsi e mette a disposizione dei rivenditori livelli di certificazione perché siano sempre preparati su tutte le soluzioni disponibili. Forte anche l’impegno nello sviluppo dell’ecosistema di business, attraverso alleanze strategiche dal punto di vista tecnologico. L’azienda continua a muoversi in questa direzione, come testimonia, ad esempio, l’accordo siglato a fine 2017 con Nuvias, focalizzato inizialmente sull’integrazione dei telefoni VolP  in soluzioni end-to end dedicate al mercato dei servizi di hosted voice e sull’offerta di soluzioni Microsoft Skype for Business tramite gli end-point voce e video e, recentemente, l’integrazione nativa a Microsoft Teams.