Qlik annuncia un nuovo programma di formazione | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Formazione

Nuovo programma di formazione sulla Data Literacy di Qlik

di Redazione

26 Apr 2018

Qlik annuncia un nuovo programma di formazione sulla Data Literacy al fine di eliminare il divario di competenze sull’analisi dei dati. Si tratta di risorse di apprendimento, autovalutazioni e certificazioni online gratuite e accessibili da ogni parte del mondo

Qlik investe ancora sulla formazione: è stato infatti presentato un nuovo programma sulla Data Literacy che ha l’obiettivo di aiutare le persone e le aziende ad affrontare nel migliore dei modi l’ondata di trasformazione del business, che tende verso un approccio sempre più data-centrico. Un programma pensato per permettere a chiunque di comprendere e analizzare correttamente i dati e contribuire quindi alla promozione dell’alfabetizzazione dei dati all’interno delle organizzazioni. La convinzione di base è che l’apprendimento sia indipendente dal business in cui si opera e basato su dati e concetti statistici che possono essere utilizzati in qualsiasi contesto.

Il nuovo programma di Qlik include:

  • Una giornata di lezioni accessibili da tutto il mondo, in loco o virtualmente
  • Moduli di apprendimento online gratuiti e autonomi disponibili su Qlik Continuous Classroom
  • Certificazione gratuita per l’analisi dei dati
  • Risorse gratuite di apprendimento attraverso il Qlik Academic Program con valutazione gratuita delle competenze

 

«L’economia analitica raggiungerà il suo pieno potenziale combinando dati accessibili e lavoratori qualificati in grado di leggerli, comprenderli, utilizzarli e discuterli efficacemente – ha commentato Jordan Morrow, Head of Data Literacy di Qlik – «Il programma di formazione sulla Data Literacy di Qlik e i contenuti di apprendimento gratuiti che stiamo mettendo a disposizione sono davvero una grande opportunità in grado di portare grande valore a interi ecosistemi e settori».