Niente casse, niente code, niente dipendenti: il futuro del supermercato secondo Amazon | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Tecnologia

Niente casse, niente code, niente dipendenti: il futuro del supermercato secondo Amazon

di Paolo Longo

06 Dic 2016

Si passano i tornelli scannerizzando il codice del proprio account, si compra la merce desiderata e tutto viene automaticamente caricato sul borsellino online. Il primo negozio a Seattle

I detrattori continuano a ripetere che la tecnologia ruberà il lavoro all’uomo. I più futuristi invece affermano come la necessità di dotarsi di strumenti hi-tech più innovativi creerà posti di lavoro diversi, con skills e know-how specifici, che ad oggi non hanno ancora preso il sopravvento. Tra teorie e progetti che sembrano ancora lontani, c’è chi, come Amazon, prosegue dritta per la sua strada, pensando ad accrescere un brand che, quando si tratta di rivoluzionare le modalità del commercio, non conosce rivali. E così il gruppo ha aperto il suo primo Amazon Go a Seattle, dove si trova la sua sede storica, un supermercato senza dipendenti (o quasi), cassiere e code, dove tutto è cucito addosso all’utente che entra e si autentica con il suo account personale.

Come funziona

La procedura è talmente banale quanto funzionale alla frenetica vita moderna del geek metropolitano: si passano i tornelli del supermarket con il proprio smartphone tra le mani, scannerizzando il codice univoco dell’account Amazon. A quel punto, Jeff Bezos sa che siamo all’interno del locale e, tramite un avanzato sistema di algoritmi, localizzazione e Intelligenza Artificiale, ogni volta che ci avviciniamo a uno scaffale e preleviamo un prodotto per metterlo nel sacchetto, il software di gestione del magazzino lo carica sul borsellino personale, che all’uscita verrà svuotato con il corrispettivo della spesa totale. Fare i furbi o insaccarsi qualcosa senza farsi vedere è impossibile: all’interno dell’esercizio una serie di telecamere segue i clienti, con una buona probabilità che nessun tipo di ladro possa farla franca.

L’altra faccia della medaglia

Ma qual è il vantaggio di un sistema del genere? Confronti con il nostro modo di fare la spesa non se ne possono fare, almeno per il momento. Ci sarà da capire quanto si riusciranno a tenere bassi i prezzi dei beni, considerando la forbice introdotta alla catena di distribuzione e l’assenza degli stipendi per il personale in cassa. A quanto pare, gli unici dipendenti saranno gli addetti al carico e alla sistemazione della merce sugli scaffali, oltre ai tecnici dietro le telecamere o sistemi di sorveglianza. Dall’online all’onsite, il favore più grosso lo faremo al gigante del commercio, che potrà seguirci non solo durante la navigazione sulla sua piattaforma (desktop e app) ma anche all’interno dei negozi, così da donare ancora più valore ai nostri desideri, hobby e stili di vita.

Paolo Longo

Tech Journalist, responsabile tecnico/editoriale della sezione Tech Lab #Digital4Trade, appassionato di BritPop e dei fratelli Gallagher