La traduzione in tempo reale di Skype si allarga alle chiamate tradizionali | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Comunicazione

La traduzione in tempo reale di Skype si allarga alle chiamate tradizionali

di Gianluigi Torchiani

14 Dic 2016

Il servizio Skype Translator funziona grazie a tecniche avanzate di intelligenza artificiale. Per usufruirne occorre però essere iscritti al programma Windows insider.

Per tutti quelli che non sono abbastanza avvezzi con l’inglese o le lingue straniere potrebbe rivelarsi una manna dal cielo. Un po’ meno per i traduttori professionisti. Stiamo parlando dei miglioramenti introdotti in Skype Translator, il servizio di traduzione in tempo reale introdotto da Microsoft alla fine del 2014 per le telefonate Skype to Skype, che d’ora in poi coprirà anche le chiamate effettuate verso cellulari e telefoni fissi. Un servizio che è reso possibile grazie all’applicazione di tecniche avanzate di intelligenza artificiale e di machine learning, che permetterà alle traduzioni (ancora da perfezionare) di migliorare nel corso del tempo. Tutto questo, almeno per il momento, non sarà utilizzabile dai milioni di utenti Skype. Occorre infatti essere iscritti al programma Windows Insider (ma per l’accesso non sono richiesti requisiti particolari), disporre dell’ultima versione dell’app Skype Preview e, soprattutto, avere a disposizione del credito Skype, come peraltro capita per tutte le chiamate verso rete fissa e cellulare.

Da un punto di vista operativo, andrà innanzitutto selezionata la funzione Translate e scelta la lingua da tradurre. La persona che riceve la chiamata riceverà un breve messaggio che la informerà che la conversazione sarà registrata e tradotta. Nel corso della chiamata ci saranno delle interruzioni per consentire al software di riportare quanto tradotto. Una servizio che, è facile da capire, potrebbe avere un enorme appeal per il mondo business e non solo. Per il momento non è ancora chiaro quando l’intero programma uscirà dalla fase di testing ma i tempi non dovrebbero essere lunghissimi, stando alle indiscrezioni che circolano in rete.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade

La traduzione in tempo reale di Skype si allarga alle chiamate tradizionali

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *