iPad Pro, domanda alta nel canale a pochi giorni dal lancio | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Distribuzione

iPad Pro, domanda alta nel canale a pochi giorni dal lancio

di Gianluigi Torchiani

23 Nov 2015

Davide Simonato, direttore commerciale di Attiva, evidenzia però come sia ancora troppo presto per trarre bilanci sulle potenzialità del prodotto

iPad Pro
Da circa 10 giorni ha fatto il suo ingresso ufficiale nel canale distributivo italiano il nuovo iPad Pro, il dispositivo con cui la casa di Cupertino tenta di recuperare alla casa dei tablet il mondo professionale, grazie a prestazioni competitive con quelle dei Pc portatile, rese possibili dal nuovo chip A9X a 64 bit e da nuovi strumenti come l’Apple Pencil. Ma come sta procedendo per il momento la distribuzione nel canale IT italiano?

Come ha raccontato a Digital4Trade Davide Simonato, direttore commerciale di Attiva, è ancora troppo presto per tirare le conclusioni: «L’iPad Pro viene distribuito secondo le logiche di tutti gli altri prodotti Apple, nel senso che i canali sono gli stessi sia per quanto riguarda i reseller che il retail. Non esiste dunque una connotazione o una logica particolare. Anche se c’è da dire che il prodotto è stato introdotto veramente di recente, non ci sono dati particolari da comunicare ed è anche presto per fare qualsiasi tipo di valutazione». Attiva, che è noto per essere il maggiore distributore di Apple in Italia (iPhone esclusi), non ha adottato una logica particolare nella distribuzione, anche perché le strategie di vendita sono lasciate solo ed esclusivamente al vendor.

«Come distributore non abbiamo organizzato nessuna iniziativa particolare, d’altronde non ci sarebbero stati neanche i tempi tecnici, considerato che il prodotto è stato annunciato poco tempo fa. Noi stessi lo abbiamo potuto visionare soltanto nei giorni immediatamente precedenti il lancio. Tra l’altro, i due accessori strettamente legati al prodotto, la Apple Pencil e la Smart Keyboard, non sono ancora disponibili».

Quello che si può dire, a pochi giorni dal lancio, è che presso i rivenditori – che sono i clienti di Attiva – la domanda dell’iPad Pro sembra essere elevata: «La richiesta è stata sicuramente superiore a quella che sono state effettivamente le consegne. Ma si tratta di un fenomeno abbastanza frequente nel caso del lancio di un nuovo prodotto Apple. Anche perché quando un prodotto viene pre annunciato, è logico che si accumuli una certa richiesta, che almeno inizialmente tende a essere molto elevata. Occorre poi fare anche una valutazione, tipica di tutte le fasi iniziale di commercializzazione: quando un prodotto viene annunciato ma non è reperibile sul mercato c’è sempre il rischio che si generi un effetto amplificazione della richiesta. Ossia può capitare che uno stesso cliente si rivolga a più rivenditori per avere il medesimo prodotto. Questo comportamento, dunque, può amplificare la domanda reale. Insomma, occorrerà aspettare qualche tempo per vedere quali sono le risposte del mercato nel medio termine. Chiaramente le novità sono sempre particolarmente gradite ai clienti Apple, in particolare allo zoccolo duro», conclude Simonato.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade