Intel riunirà sotto un unico tetto mobile e pc | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Aziende

Intel riunirà sotto un unico tetto mobile e pc

di Gianluigi Torchiani

21 Nov 2014

L’attuale divisione dedicata alla produzione di chip per il mercato mobile, in evidente difficoltà, sarà riunita a quella pc, con l’obiettivo di creare sinergie

Un’unica divisione per la divisione mobile e pc: questa la decisione di Intel, ufficializzata da una email inviata ai dipendenti dal CEO Brian Krzanich, che diventerà operativa dall’inizio del prossimo anno. L’obiettivo dichiarato è quello di guadagnare in efficienza e comunicazione interna ma, ovviamente. Le speculazioni degli analisti si sprecano. Quel che è certo è che Intel primeggia nei chip per quanto riguarda server e Pc, ma ha invece faticato sinora tantissimo a imporsi nel fiorente mercato mobile. Anzi, fondamentalmente l’azienda californiana è riuscita a piazzare i suoi processori soltanto in una manciata di prodotti importanti per il mobile (offrendo sussidi ai produttori), tra cui lo smartphone Samsung Galaxy Alpha in Europa e in Asia o tablet Galaxy Tab Samsung S negli Stati Uniti. Il gruppo è stato forzato a offrire sconti pur di centrare il suo obiettivo, ossia montare i suoi chip in oltre 40 milioni di tablet quest’anno.

Tanto che lo scorso trimestre la divisione mobile ha registrato una perdita operativa di 1 miliardo di dollari, con ricavi drasticamente crollati. “Questo è il prezzo che si paga temporeggiando per vari anni e poi combattendo in un mercato” gia’ avanzato, ha detto Krzanich. Insomma, l’idea che si affaccia è che riunendo sotto un’unica divisione operativa l’area pc e mobile si possono creare sinergie interessanti, considerato anche che Intel ritiene probabile nel medio termine una convergenza tra le due distinte tipologie di processori. In ogni caso, se anche le perdite del mobile dovessero perdurare, saranno annacquate all’interno della fiorente divisione Pc, che continua a macinare utili.Tanto che l’azieda ha chiuso il terzo trimestre con una crescita dei ricavi dell’8%. 

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade