Intel e Micron pronte al lancio di una memoria super veloce | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Innovazione

Intel e Micron pronte al lancio di una memoria super veloce

di Gianluigi Torchiani

04 Ago 2015

3DX Point, prossima alla produzione, promette prestazioni record: 1.000 volte più veloce rispetto a Nand e con una densità 10 volte superiore rispetto alle memorie convenzionali

Una tecnologia di memorizzazione dei dati più densa e decisamente più veloce rispetto a quelle esistenti sul mercato, economica e pronta per essere messa in produzione sul mercato. Si tratta di 3D XPoint, appena presentata ufficialmente da due giganti del settore, Intel e Micron, dopo dieci anni di ricerca e sviluppo, che promette di rivoluzionare qualsiasi dispositivo, applicazione o servizio che possa trarre vantaggio dall’accesso rapido a una grande quantità di dati. Vale a dire, in un mondo sempre più connesso e tecnologico, quasi tutti gli ambiti business e consumer. Secondo i due partner, questa tecnologia è infatti fino a 1.000 volte più veloce e ha una durata di fino a 1.000 volte superiore rispetto a Nand, la soluzione più presenti sul mercato, oltre ad avere una densità 10 volte superiore rispetto alla memoria convenzionale.

Grazie a queste caratteristiche la tecnologia 3D XPoint promette di trasformare le immense mole di dati dei nostri tempi in informazioni significative in pochi nanosecondi. I retailer, ad esempio, con 3D XPoint avranno la possibilità di identificare più rapidamente eventuali frodi nelle transazioni finanziarie, mentre i ricercatori in campo sanitario potranno elaborare e analizzare set di dati più ampi in tempo reale, accelerando attività complesse come l’analisi genetica e il monitoraggio delle malattie. Senza contare che, grazie alla natura non volatile della memoria, questa tecnologia si popone come la soluzione ideale varietà di applicazioni di storage a bassa latenza, perché i dati non vengono cancellati quando il dispositivo viene spento. Dunque anche le prestazioni di normali dispositivi consumer come pc e smartphone sono nel mirino di 3DX Point.

«Da diversi decenni si cercano soluzioni nel settore per ridurre il tempo di latenza tra il processore e i dati e per velocizzare l’analisi – ha spiegato Rob Crooke, Senior Vice President e General Manager del Non-Volatile Memory Solutions Group di Intel -. Questa nuova categoria di memoria non volatile raggiunge questo obiettivo e offre prestazioni rivoluzionarie per le soluzioni di memoria e storage».

«Uno degli ostacoli più significativi del computing è oggi costituito dal tempo richiesto al processore per accedere ai dati presenti nei dispositivi di storage a lungo termine – ha commentato Mark Adams, President di Micron – . Questa nuova categoria di memoria non volatile costituisce una tecnologia rivoluzionaria che velocizza l’accesso a enormi insiemi di dati e rende possibili applicazioni interamente nuove». La tecnologia 3D XPoint sarà disponibile in campionatura nei prossimi mesi presso alcuni clienti selezionati, ma Intel e Micron stanno già sviluppando individualmente prodotti basati su questa tecnologia.

 

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade

Intel e Micron pronte al lancio di una memoria super veloce

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *