Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Security

Il nuovo firewall di McAfee è al centro di una nuova strategia di sicurezza integrata

di Gianluigi Torchiani

03 Nov 2014

Il dispositivo è in grado di dialogare con le altre tecnologie Intel security per scovare eventuali minacce. Al canale l’azienda richiede un approccio più consulenziale

McAfee, parte di Intel Security, ha annunciato l’ultima release di McAfee Next Generation Firewall, che ora si integra le altre soluzioni e tecnologie di McAfee, così da garantire ad aziende ed enti governativi un ecosistema di difesa dalle minacce in costante ampliamento. Punto di partenza per questa innovazione tecnologica è un recente studio di Vanson Bourne, secondo cui le aziende che dispongono di molteplici soluzioni di sicurezza non integrate spesso mostrano uno stato della sicurezza che può essere facilmente compromesso, rendendole ancor più vulnerabili a una violazione dei dati. In base allo studio, negli Stati Uniti circa il 60% dei responsabili delle decisioni in ambito IT di grandi aziende (oltre 3.000 dipendenti) ritengono che le soluzioni di sicurezza stand alone che non condividono informazioni non sono in grado di rilevare le minacce. Oltre il 65% ha affermato che una sicurezza “compartimentata” può portare i loro dipartimenti IT a dover dedicare troppo tempo ad attività manuali di rilevamento e bonifica delle minacce. «All’inizio di quest’anno, McAfee ha delineato il proprio approccio innovativo per rafforzare la sicurezza delle reti attraverso una potente combinazione di tecnologie integrata – ha affermato Pat Calhoun, general manager, network security, di McAfee – . Questa release rappresenta un’altra pietra miliare significativa nel rendere fruibile tale strategia e fornisce ai nostri clienti gli strumenti necessari per superare in abilità gli aggressori con una precisione e una semplicità maggiori».

Come aggiunge Emilio Turani, regional director di McAfee «Al tempo dell’acquisizione MC afee poteva essere considerata come un’azienda quasi completa nella security, ora lo è senza dubbio. Tanto che la sicurezza è diventata uno dei tre pilastri fondamentali della strategia di Intel, visto anche che i problemi si sono moltiplicati con l’avvento di fenomeni come il mobile e l’internet of things. La nostra strategia è security connected, ossia si basa su una serie di prodotti interoperabili e adattabili tra di loro. Noi pensiamo che il futuro della sicurezza informatica non passi più da prodotti specifici di nicchia, legati ai singoli problemi, ma da una strategia più olistica e di insieme».

In questo senso va vista anche l’uscita di Next generation firewall, che è proposto sul mercato come un prodotto che parla e dialoga con il resto del mondo Intel security per riuscire a scovare le eventuali minacce, al contrario dei vecchi firewall che fornivano soltanto informazioni limitate. In effetti McAfee Next Generation Firewall protegge le reti aziendali con una sicurezza “intelligence aware” supportata da aggiornamenti in tempo reale provenienti dall’ecosistema Security Connected di McAfee. Da un punto di vista commerciale, l’idea di Intel Security è di vendere questo prodotto ai clienti che hanno già in dotazione soluzione Mc Afee, ma anche di ricercare nuovi clienti, proponendo il Next generation firewall come una parte dell’ecosistema complessivo di sicurezza Intel. Anche il canale è chiamato a un ruolo importante, come spiega Turani: «Ovviamente si tratta di un’opportunità per nostri partner, vogliamo che si pongano con i clienti con un approccio consulenziale. Quindi non in una logica di rivenditori, ma da integratori».

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade