Fujitsu e i conti del cloud: «È la piattaforma più naturale per creare innovazione» | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Investimenti tra le nuvole

Fujitsu e i conti del cloud: «È la piattaforma più naturale per creare innovazione»

di Marco Maria Lorusso

11 Lug 2014

Il vendor giapponese investe nell’innovazione del business per supportare i propri clienti, a sostegno della propria strategia di crescita e rende noti i risultati raggiunti dal lancio della Fujitsu Cloud Initiative

Dopo aver lanciato, un anno fa, la Fujitsu Cloud Initiative, la società giapponese prosegue nel suo impegno per sostenere l’innovazione del business, l’efficienza economica e i vantaggi di agilità offerti ai propri clienti attraverso il cloud.

Proprio grazie al suo impegno, il portafoglio di servizi di integrazione cloud di Fujitsu continua ad arricchirsi e lo testimonia anche lo stanziamento di un investimento biennale di oltre 1,4 miliardi di euro che il vendor ha deciso di stanziare a sostegno della propria strategia di crescita che permetterà di rilasciare sul mercato nuove proposte.

In base a una ricerca condotta dalla società di analisi Frost & Sullivan, si stima che il mercato globale del cloud computing arriverà ad avere un giro di affari, entro il 2016, di circa 63 miliardi di euro contro i 26 miliardi del 2013 che segnerà una crescita annua del 33,4%. Se il segmento PaaS continua a crescere e il SaaS resta il servizio cloud più richiesto, il IaaS si prevede crescerà del 40% annuo nel corso del periodo 2013-2016.

“Fujitsu si è affermata sul mercato globale del cloud computing con un portafoglio variegato e con proposte cloud attraenti nonostante la forte concorrenza – ha sottolineato Alexander Michael, director of consulting, ICT, Frost & Sullivan -. La Cloud Initiative di Fujitsu sta ridefinendo lo scenario del cloud permettendo la gestione di servizi cloud e non-cloud con la sua disponibilità on-premise o nel cloud. Le soluzioni Fujitsu fanno leva sui 25 cloud center e sulle 32 piattaforme delle società, su servizi di assistenza ben addestrati, su competenze nell’innovazione e una leadership di mercato consolidata nei servizi cloud”.

Una delle maggiori prerogative di Fujitsu è quella di supportare i propri clienti durante il loro viaggio verso l’adozione del cloud per mezzo di un focus strategico sull’ampliamento del proprio portafoglio cloud per rendere più semplice l’adozione di questa tecnologia. Ma l’impegno del vendor si estende ancora essendo sempre impegnata nel proporre soluzioni e servizi ICT innovativi e affidabili ed è per questo che ha deciso di continuare a investire sul proprio portafoglio cloud per continuare a poter proporre servizi altamente innovativi.

“Fujitsu possiede la visione di una società intelligente human-centric nella quale l’innovazione sociale e di business è promossa dall’utilizzo intelligente delle tecnologie informatiche e di comunicazione – ha spiegato Cameron McNaught, executive vice president, Solutions, Global Delivery, Fujitsu -. Consideriamo il cloud come la piattaforma naturale per creare queste nuove tipologie di applicazioni, come provato sia dall’incremento registrato nell’adozione del cloud, sia dal fatto che il cloud sta diventando oggi una componente standard dei modelli di delivery dei servizi IT per molti CIO. Sappiamo anche che nessun cloud service provider può soddisfare da solo tutte le necessità dei clienti e per questo continuiamo a investire nei nostri servizi di integrazione cloud”.

Tra le iniziative più significative di Fujitsu, particolare rilevanza hanno: Fujitsu Cloud IaaS Trusted Public S5, disponibile in tutto il mondo da 7 data center collocati in 6 Paesi con un incremento della capacità del 38% nel 2013 e del 77% pianificato per il 2014 con l’aggiunta di 2 nuovi data center nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Questi nuovi data center rendono disponibile un cloud pubblico affidabile e sicuro; Fujitsu Cloud IaaS Private Hosted, disponibile anch’esso in tutto il mondo con un incremento della capacità dell’88% rispetto al 2012 e 4 nuovi data center attivati in Canada, Thailandia, Spagna e Portogallo, oltre all’estensione di quelli già esistenti in Australia, Cina e Finlandia che hanno permesso di segnare ottimi successi di vendite nel 2013; Fujitsu Cloud PaaS RunMyProcess, presente in tutto il mondo come componente chiave della nuova generazione delle attività Fujitsu nei settori delle piattaforme, dell’integrazione di sistema e dell’outsourcing per mezzo dell’acquisizione di RunMyProcess. Attraverso una piattaforma cloud che elimina le barriere tecnologiche per la trasformazione digitale, Fujitsu consente ai propri clienti di creare nuovi sistemi connessi che fanno toccare con mano i vantaggi della digitalizzazione dei processi negli ambienti on-premise, cloud e mobile; Fujitsu Cloud IT Management as a Service, anch’esso disponibile in tutto il mondo, propone l’unico approccio unificato per la gestione IT come forma di servizio, anche grazie alla collaborazione tecnologica con CA Technologies; Fujitsu Cloud Backup as a Service, in tutto il mondo, con la collaborazione con EVault, fornisce servizi di backup basati su cloud per sistemi cloud e non-cloud.

Ma le iniziative di Fujitsu non finiscono qui. In evidenza il Private Cloud Infrastructure, la gamma di soluzioni annunciate nel novembre scorso sarà ampliata con altri annunci che riguardano soluzioni che fanno uso delle tecnologie software Fujitsu, OpenStack e VMware. Fujitsu Cloud Managed Hosting è invece una proposta dedicata a un mercato emergente di cui si prevede una notevole crescita; la soluzione offre servizi gestiti che consentono ai clienti di massimizzare gli investimenti compiuti a favore delle infrastrutture Fujitsu Cloud IaaS o Private Cloud senza dover gestire né le infrastrutture né le risorse a esse associate come sistemi operativi, database e sicurezza.

E ancora, da segnalare Fujitsu Cloud Integration Platform, supporta i clienti a gestire ambienti IT ibridi composti da sistemi cloud e non-cloud e adesso permetterà di adottare i servizi cloud di cui i clienti hanno bisogno sia che siano Fujitsu o di terze parti e perciò potranno integrarli e gestirli in modo uniforme a fianco di sistemi cloud e on-premise che già esistono; questa soluzione permetterà di garantire che il livelli di governance e controllo richiesti possano essere applicati a tutti i servizi IT abbattendo i costi della gestione operativa.

Marco Maria Lorusso

Servitore della penna, la fatica come vocazione. Pugile e Medievalista mancato. Divoratore di BritPop e Dylan Dog, papà di Gaia Maria e Riccardo. #Sergente