Deep Web, droghe e farmaci le merci più ricercate | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Dark web

Deep Web, droghe e farmaci le merci più ricercate

di Gianluigi Torchiani

24 Giu 2015

Una ricerca condotta da Trend Micro ha esplorato il Deep Web raccogliendo dati per scoprire i traffici in questa parte di Web sommerso

Prodotti farmaceutici, droghe pesanti, ma in testa la cannabis. Attraverso lo studio “Below the Surface: exploring the Deep Web”condotto da Trend Micro, l’azienda che si occupa di sicurezza per il cloud, è emerso che proprio queste tipologie di prodotti sono le merci più scambiata nel Deep Web. I ricercatori di Trend Micro, dopo un attento lavoro di ricerca dati allo scopo di esplorare il Deep Web, hanno tentato di capire cosa realmente accade in questa parte di Web sommerso e quali possono essere gli impatti che le azioni possono avere all’interno delle darknet sul mondo reale. Per analizzare il Deep Web, i ricercatori della società di sicurezza hanno utilizzato il sistema Trend Micro Deep Web Analyzer (DeWa) che ha permesso di raccogliere Urls collegati al Deep Web cercando di estrarre informazioni importanti come, per esempio, i contenuti delle pagine, i link, gli indirizzi e-mail e molto altro. A oggi si è calcolato che sono 38 milioni gli eventi catalogati e il sistema ha permesso anche di scoprire nuove famiglie di malware.

Da questo lavoro è emerso che le merci che vengono più scambiate nel Deep Web sono, al primo posto, come detto, la cannabis seguita da psicofarmaci quali il Ritalin e lo Xanax e a seguire le droghe pesanti come l’MDMA, l’LSD, le metanfetamine, l’eroina per finire con i videogiochi piratati e gli account online. Ma non solo; il Deep Web risulta essere anche la patria dei Bitcoin che sono in grado di garantire l’anonimato e il riciclaggio di denaro. È infatti proprio l’anonimato la forza del Deep Web che può fornire documenti riservati governativi, militari e anche dossier sulle celebrità, passaporti e documenti di cittadinanza per arrivare anche agli omicidi su commissione. Per fare un esempio: un passaporto, la carta di identità e una patente per l’Italia possono essere acquistati in blocco per soli 750 euro.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade