Comparex, l'importanza del Software Asset Management | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IT management

Comparex, l’importanza del Software Asset Management

di Redazione #Digital4Trade

02 Nov 2015

Il mutato scenario tecnologico ed economico italiano ha spinto lo specialista del Software Asset Management, a riformulare l ’offerta. La suite SAM2GO aiuta oggi i clienti a comprendere il parco licenze per identificare nuove opportunità, ottimizzare i processi e ridurre costi e complessità

Una piattaforma di applicativi, servizi e consulenza rivolta alle imprese che vogliono fare del SAM (Software Asset Management) un elemento strategico per la crescita.

Questo è SAM2GO, la suite che COMPAREX, specialista tedesco di un settore che per Gartner vedrà gli investimenti decuplicare da qui al 2017, propone al mercato italiano. Superato il concetto di SAM come insieme di strumenti, competenze e pratiche attraverso cui ci si limita a monitorare e aggiornare i termini contrattuali delle licenze software per non incorrere negli audit dei vendor, oggi COMPAREX punta a ottimizzare le risorse, ridurre sprechi, ridondanze e conflitti nel licensing dei prodotti in uso. «I vantaggi per il business? Una sensibile riduzione della complessità sul piano operativo, con enormi benefici in particolare per l’efficienza dell’help desk, e un risparmio significativo sui budget da destinare all’acquisto di software», assicura Roberto Brioschi, Amministratore Delegato di COMPAREX Italia. «Da questo punto di vista i nostri clienti riescono ad abbattere i costi fino al 30%».

Tutto ciò è possibile grazie a SAM2GO e al lavoro di consulenza degli esperti di COMPAREX. «Agiamo in quattro fasi. Si parte dall’analisi dello status quo del parco software del cliente, ricaviamo le informazioni di base dall’inventario, completandole con interviste e analisi specifiche», racconta Brioschi. La raccolta dei dati caso per caso è fondamentale, perché il licensing presuppone applicazioni diverse delle regole contrattuali: «A seconda delle infrastrutture IT e del tipo di organizzazione ciascun progetto ha le sue peculiarità.

Ci rivolgiamo ad aziende che hanno almeno 250 postazioni, e tipicamente lavoriamo con clienti di grandi dimensioni, con 1.500 unità o superiori». La fase successiva prevede il trasferimento delle informazioni raccolte al motore di elaborazione, che recepisce e organizza licenze, funzioni e progetti confrontandolo con un database costantemente aggiornato, su cui lavorano oltre 200 consulenti SAM attingendo agli input che provengono da 33 mercati e13 mila produttori. Questa fase prevede la costruzione di una dashboard completa e facilmente navigabile. SAM2GO consente anche di comprendere se si stanno pagando licenze per oggetti diversi destinati a svolgere la stessa funzione e stabilire se il numero di licenze è calibrato all’effettivo bisogno.

«Per molti SAM è ancora sinonimo di strumento per evitare l’audit dei vendor. ll nostro invece è un servizio consulenziale che ha un preciso obiettivo: permettere ai clienti di conoscere ciò di cui dispongono e capire ciò di cui hanno realmente bisogno e se, come spesso accade, non si sfruttano tutte le risorse. È attraverso questo nuovo concetto di SAM che diventa possibile riformulare i budget IT e semplificare i rapporti con i vendor», conclude Brioschi.

Redazione #Digital4Trade

Profilo ufficiale della redazione di Digital4Trade

Comparex, l’importanza del Software Asset Management

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *