Brevi, idea di successo da quindici anni vetrina ideale per i professionisti del canale IT | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Distribuzione

Brevi, idea di successo da quindici anni vetrina ideale per i professionisti del canale IT

di Gianluigi Torchiani

11 Lug 2016

Alla festa per i quindici anni della catena di cash & carry sono accorsi numerosi anche i rappresentanti dei marchi rivenduti, cogliendo l’occasione per presentare le ultime novità e incontrare di persona tanti partner di canale

Artefici principali del successo di un’azienda sono prima di tutto il gruppo dirigenziale e i dipendenti. Protagonisti indiscussi di risultati positivi restano però sempre e comunque partner e clienti, quelle figure esterne con le quali instaurare un rapporto di reciproca collaborazione è interesse di entrambi. Durante i primi quindici anni di attività, questa indicazione Brevi l’ha sempre tenuta in seria considerazione e risultati non si sono fatti attendere. Erano infatti numerosi i marchi pronti a rispondere all’invito della catena di cash & carry per i festeggiamenti in occasione dell’importante traguardo raggiunto. A partire da un esperto del settore.

«Mi occupo espressamente di seguire i cash & carry, quindi per me è naturale essere qua – afferma Gaetano Sanseverino, sales account c&c di Brother -. Punti vendita come questo sono indispensabili per la presenza del marchio sul territorio, oltre a opportunità uniche di toccare con mano la realtà dei rivenditori, ascoltare i loro problemi e le esigenze». Così come il grande centro commerciale attira in genere più potenziali acquirenti rispetto al singolo negozio, anche il cash & carry aiuta un marchio a promuovere meglio il proprio catalogo. 

Christian Riolo, Business development manager di Kingston
«Collaboriamo da anni ormai con Brevi e lo consideriamo un partner molto importante – spiega Cristian Riolo, business development manager di Kingston -. Ci garantisce una distribuzione capillare in tutta Italia e si rivela utile per raggiungere un gran numero di rivenditori su tutta la nostra gamma di prodotti. Dalle semplici chiavette USB, fino alle memorie RAM e le unità SSD».

Quando si parla di c&C, oltre alla presenza numerica, un altro aspetto rilevante è la collocazione geografica. «Per noi è importante la copertura Brevi, utile a raggiungere le PMI, settore nel quale sono molto forti – osserva Luigi Bruni, product manager di MSI -. Va a vantaggio delle nostre linee di prodotto e anche per questo abbiamo deciso di celebrare questa giornata insieme a loro. Siamo convinti stiano facendo un ottimo lavoro». Oltre a promuovere marchi noti a livello internazionale, una catena al servizio del mondo professionale si rivela utile per chi non può contare sulla stessa spinta promozionale delle grandi aziende. 

Siamo un’azienda tutta italiana, passata negli anni dalla produzione di server e PC fino a coprire l’intera gamma IT, tra cui monitor, tablet e totem – sottolinea Giulia Butturini, product manager di Yashi –. Sono ormai tre anni che collaboriamo con Brevi e abbiamo trovato sempre grande disponibilità nel concederci spazi per esporre i nostri prodotti. È diventata un punto insostituibile per la nostra attività e sono sicura che anche in futuro questa collaborazione continuerà a portare vantaggi per entrambi».

«Anche la nostra partnership è ormai storica. Parliamo di una vetrina eccellente per il panorama IT italiano – aggiunge Stefano Beschi, country manager di Hannspree -. Nel tempo, la nostra offerta è cresciuta e si è differenziata, abbracciando qualsiasi esigenza in fatto di display. Oggi, differenziare il prodotto è fondamentale per reggere un mercato, perchè è il mercato stesso a differenziarsi, e Brevi ha saputo essere sempre al nostro fianco in questo percorso».

La promozione del marchio resta uno dei vantaggi più apprezzati per un canale di vendita che passa attraverso il cash & carry. Anche quando è necessario tenere aggiornati i rivenditori su eventuali variazioni a livello societario. “Siamo un’azienda proveniente dal Gruppo Toshiba e abbiamo bisogno di comunicare il passaggio a marchio indipendente – racconta Salvatore Vento, sales manager di OCZ -. Il contatto diretto in situazioni come questa ci aiuta a conoscere meglio i clienti e fidelizzarli. È importante far comprendere il valore dei prodotti e in contesti simili ci riesce facile». Se dal punto di vista del rivenditore una catena si rivela utile anche per l’approvvigionamento multimarca in un unico luogo, per il produttore il vantaggio è anche dal punto di vista logistico.

Gianfranco Veronese, Sales manager di Atlantis
«La capillarità dei punti vendita ci permette una migliore distribuzione in tutta Italia – spiega Gianfranco Veronese, sales manager di Atlantis -. Collaboriamo ormai da anni ed è sempre un piacere. Ci permette di operare meglio sull’intera gamma di prodotti, a partire dai gruppi di continuità fino a lettori di bar code o sistemi di videosorveglianza». Anche se spesso un ruolo importante del cash & carry è venire incontro alle esigenze di chi non può permettersi un canale ampiamente ramificato, questo non impedisce di rivelarsi strategico anche per una grande organizzazione distribuita.

«Per noi quasi tutta la vendita passa per il canale e Brevi è un punto fermo – ribadisce Maria Gariboldi, distribution account manager di Lenovo -. Abbiamo un rapporto ormai consolidato da anni, così come consolidato è l’interesse reciproco. La nostra filosofia è cercare sempre nuovi partner, ma oggi siamo qua solo per festeggiare un operatore di primo piano». Tutto questo però, sarebbe un discorso fine a sè stesso senza l’apporto dell’anello finale della catena di vendita, il più importante.

«Brevi è stato il nostro primo fornitore e resta tuttora il più importante – conclude Alberto Deiana, titolare di A.I. Electronics -. Nel tempo abbiamo costruito un ottimo rapporto, ci troviamo molto bene con qualità e listini dei prodotti e siamo seguiti da consulenti efficienti, sempre pronti a consigliarci e a venirci incontro anche sugli aspetti commerciali, come per esempio le forniture fuori listino».

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade