Apple Watch, vendite in picchiata nel mercato Usa | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Apple Watch, vendite in picchiata nel mercato Usa

di Gianluigi Torchiani

13 Lug 2015

Dopo il buon esordio della prima settimana, oggi i numeri sarebbero scesi addirittura del 90%

Come stanno andando le vendite dell’Apple Watch, da alcune settimane disponibile anche per il mercato italiano? Le notizie che arrivano da Oltreoceano sembrano indicare che, dopo un primo momento di boom, l’entusiasmo degli utenti sembra essersi raffreddato parecchio. Secondo quanto riportato dal settimanale The Inquirer, le vendite dello Smart watch della casa di Cupertino sarebbero addirittura scese del 90% rispetto ai numeri (entusiasmanti) della prima settimana di vendita. Infatti dalle 200.000 unità giornaliere vendute negli Usa si sarebbe scesi ad appena 20.000 unità. Un passo all’indietro preoccupante, ma comunque i fan di Apple fanno notare che questi numeri starebbero a significare che nella prima settimana di commercializzazione sarebbero state vendute circa 1,3 milioni di unità, cioè molto di più di tutti i principali prodotti del mercato (Fitbit, Jawbone, Samsung, ecc). Basti pensare che nell’intero 2014 le vendite di tutti i wereable equipaggiati con il sistema operativo Android non sono andate oltre le 780.000 unità.

Tanto che nel 2015 Apple dovrebbe controllare da sola ben il 56% dell’intero mercato dei dispositivi intelligenti. Ci sono però tutta una serie di aspetti che non possono essere trascurati neppure ai piani altri della casa di Cupertino. Innanzitutto molti utenti si lamentano del funzionamento del dispositivo. Inoltre, più in generale, AppleWatch non sembra aver scatenato l’entusiasmo dei comuni utenti che, molto probabilmente, ancora non comprendono i “benefici” dei dispositivi intelligenti. O magari aspettano l’arrivo di una versione più evoluta. Non a caso, anche tra chi ha acquistato il prodotto, sinora ha regnato una certa cautela: ben i due terzi degli acquirenti hanno optato la versione Sport, quella cioè più economica, mentre in pochi hanno deciso di investire più soldi per le versioni di lusso. Scetticismo sugli AppleWatch è stato espresso anche da una persona non certo estranea al mondo Apple, ossia dal cofondatore Steve Wozniak, che ha ammesso di non averne ancora uno e di faticare a vederne l’utilità.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade