3CX: il futuro dei centralini telefonici è nella "nuvola" | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ricerche

3CX: il futuro dei centralini telefonici è nella “nuvola”

di Redazione #Digital4Trade

08 Feb 2017

In forte crescita il ricorso alle soluzioni cloud per la telefonia aziendale e per la gestione delle Unified Communications, il vendor illustra i benefici ma anche gli aspetti da tenere sott’occhio

Diminuzione delle spese d’investimento, riduzione del personale IT e la possibilità di usufruire di canoni di servizio mensile per utente: sono questi i principali vantaggi provenienti dall’adozione di una soluzione cloud, evidenziati da 3CX in una recente analisi. A questi il vendor aggiunge i benefici in termini di economia di scala, per esempio per le organizzazioni con più sedi, geograficamente distribuite sul territorio. Dalla ricerca emerge inoltre che il mercato delle comunicazioni aziendali nel 2017 subirà una ulteriore accelerazione verso la “nuvola”.

I dati riportati evidenziano come la tecnologia cloud sia diventata la prima scelta dei contact center, una tendenza che nel 2017 crescerà di oltre il 25 %. Questo nuovo trend affonda le radici nel cambiamento di prospettiva delle aziende, che non si chiedono più se il cloud sia la soluzione giusta da adottare, ma riflettono unicamente sui vantaggi derivanti dalla migrazione integrata di tutti i sistemi verso il cloud. 3CX utilizza come esempio le piattaforme per le Unified Communications che sono interconesse alle soluzioni per la videoconferenza o alle applicazioni CRM, le quali già dipendono quasi solo da infrastrutture cloud.

Ma quali sono gli aspetti a cui prestare attenzione quando si adotta una soluzione cloud? 3CX evidenzia principalmente la necessità di avere a disposizione una connettività Internet in grado di sostenere un elevato traffico di dati. Secondo il vendor è opportuno scegliere la linea e il provider sulla base di due specifici parametri: la banda realmente disponibile e l’assenza di vincoli o limitazioni del volume dati sulla connettività fornita. In particolare, 3CX mette in guardia le aziende che devono scegliere tra soluzioni UCC cloud-based o installate in loco, le quali devono fare i conti con una banda ultralarga non ancora ampiamente diffusa sul territorio italiano. Il vendor consiglia l’installazione di un centralino IP in cloud per sistemi di tipo Full Voip con linee telefoniche fornite esclusivamente in modalità SIP trunk. Invece per installazioni che necessitano d’integrare anche linee telefoniche tradizionali PSTN/ISDN consiglia l’installazione on premise (su macchina locale).

Redazione #Digital4Trade

Profilo ufficiale della redazione di Digital4Trade