Zyxel: non solo hospitality, il wi-fi pervasivo è un'opportunità | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Zyxel: non solo hospitality, il wi-fi pervasivo è un’opportunità

di Gianluigi Torchiani

31 Mag 2017

Il vendor prospetta ai partner nuove opportunità in settori sinora poco interessati dalla rivoluzione wireless. Grazie anche alle nuove soluzioni gestite via cloud

Quanto si parla oggi di Internet of Things? Tantissimo e non potrebbe essere altrimenti, dato che la possibilità di connettere alla rete Internet dispositivi di uso domestico e industriale è in pieno atto ed è una delle chiavi per la digitalizzazione del Paese. Ma spesso, presi dall’entusiasmo di raccontare questa rivoluzione tecnologica, ci si dimentica di come l’IoT non possa esistere senza la disponibilità di un wi-fi di elevata qualità e sicurezza, capace di raccogliere e trasmettere i dati e le informazioni prodotti dai diversi device. Più in generale, data la capillarità incredibile raggiunta dal mobile, il wi-fi è diventato una necessità imprescindibile per le società contemporanea, dal momento che gli utenti richiedono di essere connessi 24 ore su 24, consumando crescenti quantità di dati.

Il wi-fi come necessità

Insomma, come ha cercato di raccontare uno dei protagonisti di questo mercato, Zyxel, nel corso del suo recente roadshow dedicato a vecchi e nuovi partner, le opportunità di business del wi-fi sono molto più ampie di quello che si possa credere. Il vendor taiwanese lo ha già sperimentato con successo in particolare nell’ambito dell’horeca e dell’education, riuscendo a dotare di connessioni senza fili migliaia di aziende italiane. Ed è ora convinta, per le ragioni illustrate in precedenza, che ci siano ancora tantissimi spazi di crescita. Come ha raccontato Valerio Rosano, country manager di Zyxel, «Per i clienti finali il wi-fi è ormai diventato un’immagine aziendale e uno strumento strategico. Non è più soltanto la classica necessità, quasi un obbligo, di dover fornire una connessione ai propri utenti. Ormai 3 consumatori sui 4 sono pronti a condividere i propri dati personali in cambio di informazioni localizzate e personalizzate. Dunque, da un punto di vista commerciale, dobbiamo essere bravi a presentarlo ai nostri potenziali clienti come una risorsa per la monetizzazione, piuttosto che come un costo. Facendogli capire che è la chiave per il loro successo».

Un approccio differenziato

Ad esempio l’albergatore se vuole lavorare in ottica marketing deve assolutamente dotarsi di un efficiente sistema wi-fi, così da recuperare le informazioni dei suoi clienti e poterli attrarre in una seconda occasione, senza restare in balia di portali di ricerca come Booking. Il wi-fi consente anche di risolvere il problema delle recensioni negative: avere un wi-fi e una pagina dedicata può essere un modo efficace per intercettare le eventuali problematiche dell’utente. Ma oltre al classico esempio degli alberghi ci sono tantissimi altri casi in cui il wireless può rispondere alla comune esigenza di ottenere un’adeguata profilazione del cliente: dalle località di villeggiatura sino ai poli della salute, senza dimenticare retail, industria, grande distribuzione, logistica, ecc. Ovviamente presentandosi da ciascun cliente con un approccio differenziato e peculiare, grazie anche all’ampio portafoglio di prodotti Zyxel, completo e su misura, con soluzioni sempre aggiornate e innovative. Senza contare che Wi-fi è la parolina magica che permette poi al partner anche di parlare anche di infrastrutture e servizi, una volta consolidata la relazione.

Valerio Rosano, Country manager Zyxel

I benefici del cloud

In tutto questo il passaggio successivo che può essere di grande aiuto alla rete di partner Zyxel è il cloud, grazie al suo prodotto Nebula. Nebula è una nuova serie di apparati gestiti totalmente via cloud, non solo per quanto riguarda la componente wireless, ma anche di tutta la parte di sicurezza e networking. In poche parole, Nebula consente ai rivenditori e agli utenti finali di trasferire le proprie infrastrutture e applicazioni sulla nuvola, utilizzando la loro rete wireless e cablata, attraverso una semplice licenza. I benefici di questa scelta per il partner sono numerosi: innanzitutto una maggiore facilità dal punto di vista dell’installazione e della gestione. Apparecchiature e manutenzione richiedono infatti la presenza di tecnici specializzati sul posto, con relativi tempi di intervento e costi di gestione. Ma non solo: grazie al cloud e al suo sistema di monitoraggio e reportistica, c’è la possibilità di organizzare un vero e proprio servizio al cliente, vendendo servizi a contorno e differenziandosi dalla concorrenza. Trasformando così l’investimento da Capex a Opex.

Sicurezza e GDPR nel mirino

Come spiega Rosano, «Con il cloud deve esserci un primo passaggio mentale da parte nostra, perché non si tratta più soltanto di installare dell’hardware. Il centro della soluzione diventa infatti il software di management. La stessa presenza della licenza non deve essere vista come un ostacolo, dal momento che permette di rafforzare la relazione con il cliente, grazie al rapporto che diventa più continuativo». Oltre al cloud, un altro elemento destinato a impattare sempre di più sul mondo wireless è la sicurezza, in vista anche dell’entrata in vigore del GDPR, il regolamento europeo sulla protezione dei dati, che imporrà alle aziende di gestire con maggiore attenzione i dati dei propri utenti. Anche gli apparati che governano le reti Internet sono chiamati a dare il proprio contributo, garantendo requisiti minimi di protezione, visti anche i continui attacchi del cybercrime. Ecco perché Zyxel sta rendendo le proprie architetture sempre più sicure, rendendo possibile una protezione multilivello con caratteristiche di controllo e visibilità, grazie al monitoraggio in tempo reale delle reti dei clienti. Insomma, gli operatori del canale che vogliono approfittare delle crescenti opportunità del wi-fi non devono altro che entrare a far parte del progetto Zyxel, acquisendo le necessarie certificazioni. I partner possono contare su un’azienda che, al contrario di tante altre non è un semplice sito web, ma che è presente fisicamente e in forze sul territorio nazionale.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade