Plantronics acquista Polycom per 2 miliardi | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Operazioni

Plantronics acquista Polycom, cambia la geografia delle UCC

di Gianluigi Torchiani

30 Mar 2018

Plantronics ha rilevato il gruppo da Siris Capital per circa 2 miliardi di dollari. L’obiettivo è rafforzare l’offerta a disposizione di partner e clienti finali

Il mercato globale dell’Unified Communication & Collaboration cambia faccia, ancora una volta per effetto di un’acquisizione: un nome molto noto del settore Plantronics (qua un approfondimento sul canale), ha infatti appena annunciato di aver raggiunto un accordo per rilevare un marchio altrettanto conosciuto, ossia Polycom, per complessivi 2 miliardi di dollari. La transazione è stata approvata all’unanimità dai consigli di amministrazione di entrambe le società, è soggetta alle approvazioni normative, ma dovrebbe concludersi in tempi rapidi, entro la fine del terzo trimestre del 2018.

Gli obiettivi dell’operazione

L’obiettivo del deal, ovviamente, è dare vita a un super gruppo nel settore UCC: in particolare Plantronics potrà beneficiare della posizione di forza di Polycom sul lato audio e video, oltre che nei servizi di gestione e analisi in cui può vantare una presenza significativa. Come ha messo in evidenza Joe Burton, Presidente e Amministratore delegato di Plantronics, «Con l’aggiunta delle soluzioni Polycom su video, audio e collaborazione saremo in grado di offrire un portafoglio completo di punti di contatto e servizi di comunicazione e collaborazione ai nostri clienti e partner di canale. Ciò consentirà a Plantronics di essere in una posizione ideale per risolvere le odierne esigenze di collaborazione aziendale, capitalizzando al tempo stesso le opportunità di mercato».

«Polycom è tornata alla crescita concentrandosi sulla creazione di solide partnership ecosistemiche e sulla fornitura di soluzioni innovative e intelligenti per i nostri clienti e partner – ha affermato Mary T. McDowell, Chief Executive Officer di Polycom – . Portare insieme Plantronics e Polycom amplierà l’ampiezza delle soluzioni disponibili per clienti e partner, creando un’esperienza utente coerente in più applicazioni e dispositivi di collaborazione. Come una unica società, Plantronics e Polycom renderanno ancora più semplice per tutti i clienti risolvere i problemi delle grandi imprese attraverso le connessioni uomo-uomo ».

 

Il fallimento dell’operazione Polycom-Mitel

Ma Polycom non era già stata acquisita da Mitel, ricorderà qualche lettore? In effetti due anni fa sembrava essere tutto fatto per il passaggio del gruppo alla società canadese, che tra l’altro era di dimensioni nettamente più piccole rispetto alla prima. L’obiettivo era più o meno lo stesso dell’attuale operazione Plantronics-Polycom, ovvero quello di creare un super attore protagonista del mercato. Nel luglio del 2016, però, l’intera operazione è saltata e Polycom è finita nelle mani del fondo di Private Equity Siris Capital, per una cifra vicina ai due miliardi di dollari, ossia la stessa di oggi. Che dopo un anno e mezzo ha individuato in Plantronics il nome giusto per chiudere il cerchio, come si vede non traendo grandi margini dall’operazione. A testimonianza che, per i nomi storici dell’UCC, i tempi non sono semplicissimi, tra i necessari investimenti in ambito cloud e la concorrenza delle  compagnie orientali e delle start up.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade

Plantronics acquista Polycom, cambia la geografia delle UCC

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *