Oracle Partner Cloud Evolution Center, Computer Gross | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nasce il primo Oracle Partner Cloud Evolution Center, la scommessa di Oracle e Computer Gross

di Marco Maria Lorusso

07 Lug 2017

Il primo in Europa, un’eccellenza tutta italiana. Giornata importante per il mercato IT italiano, Oracle e Computer Gross hanno alzato il sipario sul primo Hub europeo a disposizione del canale per la trasformazione digitale abilitata dal cloud. Una scommessa fatta di valore e nuvole

Il cloud non è mai stato cosi reale, concreto, tangibile come oggi. Il cloud, con i suoi servizi, equilibri e modelli di business rivoluzionati non è mai stato cosi vicino e “possibile” per tutto l’ecosistema della vendita indiretta di innovazione digitale. È il giorno dell’Oracle Partner Cloud Evolution Center, il primo e unico (in Europa) hub a disposizione del canale per la trasformazione digitale abilitata dal cloud. Un giorno nuovo per tutti gli operatori IT italiani.

La firma è quella, inconfondibile, di Computer Gross, centro di gravità permanente della distribuzione IT a valore in Italia, e di Oracle, multinazionale americana che proprio negli ultimi mesi ha cambiato clamorosamente passo in direzione delle nuvole con una strategia molto precisa e ambiziosa.

Una multinazionale che, non a caso, ha scelto proprio l’Italia, e Computer Gross, per far debuttare una struttura, come detto, senza precedenti in Europa. Questione di densità di operatori di canale e di connotazione, unica, di un territorio popolato da Pmi come pochi al mondo.

Oracle Partner Cloud Evolution Center, spiega un comunicato congiunto di Computer Gross e Oracle, nasce dall’esigenza di procurare ai partner tutti gli strumenti necessari per avvicinarsi al Cloud Oracle, cercando di semplificare, velocizzare ogni tipo di processo e cogliere le nuove opportunità di business.

 

Paolo Castellacci, Computer Gross, il canale pensa nel cloud

Ma oltre le parole ufficiali c’è di più, a partire da un intero ecosistema di business che ha deciso di darsi appuntamento a Empoli, nei nuovissimi spazi della sede di Computer Gross. Sala pienissima e toni delle grandi occasioni dunque.

«Grazie per aver accettato l’invito, è un momento importante – ha spiegato, emozionato, Paolo Castellacci, guida di Computer Gross che ha fortemente voluto ospitare l’evento -. Teniamo in modo particolare a questo progetto perché porta ai nostri clienti strumenti concreti per capire, integrare e cavalcare la forza del cloud. Una forza che sta trasformando alla radice il nostro stesso modo di stare sul mercato. Una forza alla quale, da tempo, abbiamo dedicato idee, tempo e investimenti come il data center, il market place… Anche e soprattutto cosi abbiamo raggiunto oggi, una market share del 75% sul mercato del cloud legato alla distribuzione. Non solo, siamo tra i primi in Europa per numero di certificazioni cloud… abbiamo un marketplace proprietario che permette di gestire e regolare il business con semplicità… questo è per noi valore concreto anche tra le nuvole, questo il nostro modo di spiegare che anche nel cloud o lavoriamo con canale o non lavoriamo».

«Non potrebbe essere altrimenti – racconta Castellacci -. il canale ormai pensa e si muove nel cloud e proprio per questo motivo abbiamo messo a disposizione di questo progetto spazi dedicati e persone specializzate».

Numeri concreti per un distributore che vede cosi premiata la sua scelta di partire tra i primissimi nel cloud cinque anni fa. «Proprio cosi – racconta Gianluca Guasti, Marketing Director di Computer Gross Italia -. Sul cloud abbiamo fatto scelte precise già anni fa e ora i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Siamo molto orgogliosi e anche molto responsabilizzati dall’onore di guidare questo pilot europeo. Quella con Oracle è una partnership molto importate per noi, una partnership che sul mercato ci sta dando riscontri molto importanti e che ora ci permette di accelerare con maggiore forza in direzione della trasformazione del canale».

Come funziona Oracle Partner Cloud Evolution Center

Venendo al dettaglio di questo progetto, da adesso sarà possibile per il Canale accedere ad una serie di servizi  esclusivi e dedicati: workshop gratuiti per entrare nel Cloud Oracle (già fissato il calendario dei workshop) , percorsi formativi Oracle University presso le sedi Computer Gross su Oracle Cloud IaaS e Paas, il Partner Hub Innovation & Modernization  Center e il ISV Transformation,  luoghi fisici e virtuali, nei quali vengono messe a disposizione del canale ICT,  le risorse, le piattaforme e il supporto necessario per realizzare la migrazione al cloud con i loro clienti.

 

Spoletini, Oracle, abbiamo cambiato passo!

A confermare la solennità del momento è arrivato anche il collegamento con Fabio Spoletini, numero 1 di Oracle in Italia che ha colto l’occasione per fare un appassionato punto della situazione sulla crescita della “sua” società in Italia e nel cloud.

«Eravamo raccontati come in ritardo sul tema cloud, ora la crescita di Oracle Cloud è ormai sotto gli occhi di tutti negli ultimi mesi. Questo investimento è una vera e propria opportunità per il canale Oracle che vuole cogliere tutto il valore del Cloud e portarlo sul mercato italiano». «La caratteristica distintiva di questa iniziativa è che opera su tutti gli elementi: dalla formazione alla realizzazione dei progetti – ha spiegato poi Fabio Luinetti, Cloud Sales Leader @ Oracle -. Il cloud oggi è la risposta per affrontare la trasformazione digitale a tutti i livelli, compreso quello strategico dell’infrastruttura che consente di realizzare grandi risparmi e  rimuovere molti elementi di complessità, in ogni tipo di impresa di qualsiasi  settore. Con Oracle Partner Cloud Evolution Center diamo una leva di crescita e competitività a tutto l’ecosistema. Non solo, grazie al cloud canale e imprese hanno ora la possibilità di sperimentare, fallire e ricominciare con maggiroe serenità e immediatezza».

«Ringrazio Paolo Castellacci – ha aggiunto Spoletini – per il coraggio dimostrato nel credere cosi fermamente in questo disegno».

Elio Catania, presidente di Confindustria Digitale, la rete del valore sia centrale

 

Proprio la possibile ricaduta positiva di un simile progetto sul territorio italiano ha chiamato a Empoli anche Elio Catania, presidente di Confindustria Digitale. «Questo Oracle Partner Cloud Evolution Center – ha spiegato Catania – è la dimostrazione di una digital transformation che finalmente sta arrivando al centro del dibattito pubblico e privato del nostro Paese. Nonostante le difficoltà anche la politica, con il Piano Calenda sta mettendo sul piatto iniziative e incentivi concreti ma senza il canale, senza la rete del valore e della capillarità non possiamo pensare di riuscire a portare sul territorio la vera trasformazione digitale in un Paese come l’Italia. Ecco perchè sono qui, perché quella che unisce Computer Gross a Oracle è una rete da cui dipende una buona fetta del futuro delle nostre imprese. Il Paese fino ad oggi non è cresciuto perché non è stato competitivo ed esserlo oggi vuol dire ricevere iniezioni di innovazione digitale. Iniezioni che puoi somministrare solo se hai la capillarità di cui dispone Computer Gross»

I servizi a disposizione da Computer Gross e Oracle

Tornando al dettaglio della attività che muovono l’HUB targato Oracle e Computer Gross, altre tipologie di servizi altrettanto importanti sono l’Hybrid Cloud che, grazie alla  collaborazione con Arcipelago Cloud, Service Unit Computer Gross dedicata ai  servizi Cloud e di Data Center, permette ai Partner di studiare e implementare  progetti di Cloud Ibrido “full managed services” e lo IaaS Adoption Program, attraverso il quale diviene possibile  adottare un approccio “as a service” a livello di infrastruttura IT per  affrontare la trasformazione digitale abilitata dal cloud. Si tratta del passaggio necessario per sfruttare al 100% le opportunità del cloud e attraverso l’Oracle Partner Cloud Evolution Center sarà sviluppato un programma  per favorire l’adozione di questo tipo di soluzioni.

Computer Gross come «cloud  service hub»

«Il canale dei  rivenditori – ha concluso Tommaso Calosi, Arcipelago Cloud manager di Computer Gross Italia – grazie a queste iniziative e a molte altre attività che sono state  attivate, potrà utilizzare queste risorse per progettare e implementare servizi  a valore aggiunto, con Computer Gross che di fatto svolge il ruolo di “cloud  service hub”, potendo contare sulla costante collaborazione del Team Oracle Digital  di Malaga per l’ingaggio e il supporto costante dei partner».

 

  • arrow_upward
  • arrow_downward
  • share
    33 Share
Marco Maria Lorusso

Servitore della penna, la fatica come vocazione. Pugile e Medievalista mancato. Divoratore di BritPop e Dylan Dog, papà di Gaia Maria e Riccardo. #Sergente