Dell Technologies World 2018: segui la diretta | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

#DellTechWorld

Dell Technologies World 2018: tutte le novità per partner e clienti

di Gianluigi Torchiani e Paolo Longo

02 Mag 2018

Si sta svolgendo in queste ore a Las Vegas l’evento organizzato da Dell Technologies: al centro la digital Transformation. Oltre alle numerose novità tecnologiche, sono stati annunciati nuovi incentivi per i partner di canale

La Digital Transformation è il filo conduttore del Dell Technologies World 2018 (qua il link per seguire l’evento via streaming), l’atteso evento organizzato dalla multinazionale dell’IT che si sta svolgendo in queste ore a Las Vegas alla presenza di 14.000 partecipanti tra partner e clienti. Questa edizione, tra l’altro, è la prima che vede radunati tutti insieme i brand della multinazionale, tra cui VMware, Virtustream e naturalmente Dell EMC. Nelle prime ore dell’appuntamento Dell sono state annunciate una serie di importanti novità ampliando il portafoglio più completo e innovativo del settore – dall’edge al core fino al cloud – per aiutare i clienti a raggiungere più rapidamente i propri obiettivi. I riflettori però, sono stati ovviamente puntati su Michael Dell, Fondatore Chairman e CEO di Dell Technologies, che come di consueto non ha lesinato dichiarazioni. «Mi piacerebbe che il Dell Technologies World fosse una piattaforma per il possibile – ha esordito – Una panoramica dei modi, grandi e piccoli, di utilizzare la tecnologia per cambiare il mondo». Dell è poi entrato decisamente nel concreto, intervenendo sui temi caldi del dibattito IT, primo fra tutti il cloud.

L’attenzione verso il mondo software defined

Un’area in cui Dell Technologies non è presente direttamente, con un servizio tipo AWS, ma che non vuole certo rinunciare a presidiare, seppure sotto un’altra angolazione: L’IT non è una questione di cloud pubblico rispetto a cloud privato, ma piuttosto c’è una risposta giusta per ogni carico di lavoro. Il paradigma software defined consente l’automazione e migliora l’agilità. Ma non è dominio esclusivo del cloud pubblico. L’automazione dell’infrastruttura moderna crea sistemi iper-efficienti, on-premise, in particolare per i carichi di lavoro prevedibili, che per la maggior parte delle organizzazioni sono compresi tra l’85 e il 90 percento. E stiamo lavorando per assicurare ai clienti di poter eseguire i carichi di lavoro in modo trasparente in qualsiasi ambiente cloud. L’orizzonte di Dell Technologies è dunque assolutamente ibrido e su questa linea sono saldamente impostati tutti gli annunci e le novità di Las Vegas. Grande attenzione è stata ribadita anche nei confronti di fenomeni come Big data e Internet of Things (vedi il sito dedicato al tema): proprio l’esplosione dell’IOT, ha messo in guardia Dell, aumenta i rischi per la sicurezza. Dell Tecnologies sta quindi pensando profondamente a come proteggere questo nuovo mondo, ancora più connesso rispetto al passato. Guardando anche all’Intelligenza Artificiale, con infrastrutture che dovranno essere già adeguatamente predisposte. Non a caso, da un punto di vista tecnologico grande enfasi è stata riservata al rinnovo della famiglia di storage All flash Power Max, pensata per andare incontro anche a queste rivoluzioni tecnologiche. Più attenta alle necessità del midmarket è invece la rinnovata serie XtremIO, che si prepara a dare battaglia a player come Pure Storage.

La digital transformation è cool

La chiosa del numero uno è stata estremamente positiva: «La trasformazione digitale è esplosa nella coscienza pubblica. Ogni cliente che incontro sta reimmaginando il modo in cui utilizzano la tecnologia in ogni aspetto delle proprie attività per stimolare la crescita, nuovi modelli di business, relazioni con i clienti e nuovi prodotti e servizi. La tecnologia è ora al primo posto nell’agenda per i leader aziendali di tutto il mondo. Questo perché oggi la strategia tecnologica è strategia aziendale». Ottimismo che è stato rilanciato anche dalle parole di Jeff Clarke, vice chairman, Products and Operations di Dell, che ha evidenziato come Dell Technologies sia attualmente in prima posizione sul mercato mondiale in aree fondamentali come i server e lo storage. L’aspettativa per il prossimo futuro è anche quella di un incremento della quota mondiale del mercato dei PC per il 21° trimestre consecutivo.

 

 Le novità tecnologiche

Alcune delle novità di prodotto più significative annunciate Technology World 2018 riguardano il portafoglio HCI. Si tratta delle soluzioni VxRail Appliances e dei VxRack SDDC Systems, pensati per semplificare la trasformazione digitale, tramite una serie di innovazioni che pongono ancora di più il gruppo americano come leader del settore delle infrastrutture convergenti. “Poiché i sistemi HCI sono sempre più utilizzati per le applicazioni core dei data center, i clienti adottano VxRail e VxRack SDDC come base per la distribuzione cloud – ha affermato Ashley Gorakhpurwalla, presidente e direttore generale di Dell EMC Server e Infrastructure Systems – queste tecnologie, sviluppate da Dell EMC con VMware, offrono un percorso semplice e definito a supporto di cloud privato, ibrido e multiplo, così da aiutare i nostri clienti ad aumentare la velocità e risposta del loro business”.

Il miglioramento dell’offerta HCI è fondamentale per Dell EMC. Secondo un recente studio di IDC, le vendite globali di sistemi HCI hanno superato i 3,7 miliardi di dollari nel 2017, con un aumento del 64,3% rispetto al 2016, e ponendosi come il segmento in più rapida crescita del mercato complessivo dei sistemi convergenti. Dell EMC ha guidato la classifica di settore, con una quota di entrate del 27,1% e un +145% anno su anno a un ritmo più che doppio rispetto l’industria generale. Per gli analisti, le soluzioni HCI raggiungeranno i 10,3 miliardi di dollari entro il 2022.

Nello specifico, VxRail, che è la soluzione numero 1 nel comparto HCI di Dell EMC, gode adesso di maggiore flessibilità, con l’aggiunta di diverse tecnologie avanzate. L’obiettivo è continuare a definire lo standard per la semplificazione e la modernizzazione degli ambienti VMware, indipendentemente da dove si trova un’organizzazione nel proprio percorso di trasformazione IT.
Inoltre, i clienti che desiderano creare un Data Center software-defined con VxRail possono progettare un SDDC con funzionalità complete e minor rischio, grazie a NSX e vRealize.

VxRack SDDC è invece la base infrastrutturale definitiva per la realizzazione di una visione multi-cloud. È l’unica piattaforma chiavi in mano, basata sull’hardware VxRail, costruita su server PowerEdge di 14a generazione, fornita con networking integrato e alimentata da VMware Cloud Foundation e software Dell EMC. VxRack SDDC offre il percorso più semplice per un approccio ibrido o multi-cloud verso un sistema flessibile e automatizzato su rack. I nuovi VxRack SDDC sono già disponibili a livello globale.

Il contributo dei partner

Per realizzare i traguardi prefissati un ruolo chiave è naturalmente dedicato al canale, per i quali è stato predisposto un nuovo framework – ribattezzati Dell Technologies Advantage – che si affiancherà al Partner program esistente con l’obiettivo di aiutare i partner a interagire in modo più semplice con le aziende del gruppo Dell Technologies tramite a tool e incentivi. «I partner si trovano in prima linea nell’aiutare i clienti ad abbracciare la trasformazione digitale e Dell Technologies mette a disposizione dei partner i prodotti, i servizi, i finanziamenti e i programmi necessari per avere successo – ha dichiarato Joyce Mullen, president, Global Channel, OEM & IoT Solutions di Dell EMC. “I nostri partner continuano a crescere, ma sappiamo che abbiamo di fronte ancora eccezionali opportunità. I prodotti e i programmi annunciati questa settimana in occasione del Dell Technologies World 2018 permetteranno ai nostri partner di ampliare le loro capacità e progredire ancora più rapidamente. La nostra priorità è di aiutare i partner ad affrontare le complesse sfide digitali dei loro clienti».

Tutte le novità per il canale

Nel framework è compreso ad esempio il nuovo programma Dell EMC Ready Stack, che semplifica il modo in cui i partner possono combinare, vendere e realizzare stack infrastrutturali convergenti basati sulle moderne tecnologie per data center di Dell EMC, consentendo di assemblare stack convergenti con una vasta gamma di soluzioni infrastrutturali Dell EMC. Attraverso il programma Dell EMC Ready Stack, i partner ricevono degli incentivi per la vendita del portafoglio Dell EMC e possono commercializzare i propri servizi incrementali, servizi di deployment compresi, come partner accreditati Dell EMC. Dell EMC amplierà anche le competency dedicate al deployment di servizi che permettono ai partner di crescere più velocemente e incrementare i ricavi. La stima del vendor è che durante lo scorso anno, i partner Dell EMC che si sono avvalsi di queste competency sui deployment hanno registrato un incremento delle dimensioni medie dei deal pari al doppio. Da questa settimana è disponibile la nuova Internet of Things (IoT) Solution Competency, mentre nei prossimi mesi saranno operative la o High Performance Computing, Data Analytics, Business Applications e Security. Dell EMC ha inoltre potenziato il proprio programma di incentivi per aiutare a promuovere nuovo business per i partner di canale. Sono previste nuove modalità con le quali i partner possono razionalizzare i processi e migliorare sia i ricavi sia il time-to-value relativi alla vendita delle soluzioni Dell EMC. Infine, una nota importante per l’ecosistema italiano di Dell Technologies: all’evento di Las Vegas Tech Data Italia ha vinto il premio come most engaged partner of the Year.

 

Gianluigi Torchiani e Paolo Longo