Buffetti acquista Directio e guarda alla formazione professionale
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

acquisizoni

Buffetti acquista Directio e guarda alla formazione professionale



L’acquisizione della società torinese estende il business del Gruppo Buffetti alla formazione online per professionisti e imprese

di Redazione

13 Giu 2019


La formazione a distanza entra nel perimetro di business del gruppo Buffetti grazie all’acquisizione delle quote di maggioranza della torinese Directio, società specializzata nella formazione a distanza. Directio, all’interno del Gruppo, porta in dote la propria esperienza annuale nella redazione di contenuti economici e giuridici, un’offerta che nel tempo si è estesa ai servizi digitali per aziende e per professionisti e alla formazione online, grazie anche agli stretti rapporti di collaborazione con il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

Emilio Baselice, Direttore generale di Dylog Italia

L’operazione di acquisizione rientra in un percorso strategico delineato dal Gruppo Buffetti e dalla propria Capogruppo Dylog, la cui mission è «supportare i professionisti e le aziende di piccole e medie dimensioni mettendo a loro disposizione contenuti di valore e percorsi formativi certificati. Un percorso che con la partecipazione in Directio possiamo impostare in maniera altamente professionale e con un approccio tecnologico, in modo da semplificare e rendere coinvolgente l’apprendimento da parte degli utenti» come ha commentato Emilio Baselice, Direttore Generale di Dylog Italia.

L’evoluzione dell’offerta e delle competenze di Directio, l’hanno resa negli anni autonoma in tutto il processo di formazione, dalla creazione dei contenuti multimediali fino all’erogazione attraverso le piattaforme IT. Alessio Berardino, Presidente di Directio, è convinto che «L’integrazione nel Gruppo Buffetti darà a Directio la visibilità e la spinta commerciale necessarie per ampliarne gli ambiti applicativi, valorizzando al meglio le competenze espresse al suo interno ed il livello qualitativo raggiunto nell’erogazione di servizi digitali a valore