Formazione, ecco le 10 certificazioni IT da non perdere | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Formazione, ecco le 10 certificazioni IT da non perdere

di Gianluigi Torchiani

09 Gen 2015

Un’analisi di Firebrand Training mette in luce su quali standard i professionisti del settore hanno scelto di puntare. E perchè.

Certificazioni IT e informatiche al centro del mercato.

La formazione è una delle armi principali per competere nel settore Ict: una affermazione ripetuta praticamente in ogni occasione da analisti, vendor e distributori. In questo contesto un’importanza crescente la stanno acquisendo le certificazioni IT, che permettono di garantire a fornitori e partner le effettive competenze acquisite. Ma quali sono le principali certificazioni su cui i professionisti del settore puntano?

Lo rivela un’analisi del sito Cloud Computing Intelligence, che stila una lista di alcune certificazioni utili nel mondo del lavoro, tra cui le certificazioni microsoft più richieste e in generale le migliori certificazioni informatiche, sulla base di dati provenienti da Firebrand Training. Ovviamente non ci sarà una certificazione per windows 10. Vediamo quindi quali sono le certificazioni informatiche più richieste.

Decimo posto: le certificazioni IT VMware

Al decimo posto c’è VMware – Certified Professional 5 – Data Center Virtualization (VCP5-DCV), che in buona sostanza è la certificazione che attesta di avere le competenze e le conoscenze necessarie per gestire vSphere 5.5, ossia in ambito virtualizzazione.

Nono posto: le certificazioni informatiche per i Project Manager

In nona posizione c’è PMI Project Management Professional (PMP), la più importante certificazione riconosciuta nel settore per i project manager, il cui possesso di norma garantisce stipendio di un buon livello. In ottava piazza c’è TOGAF 9.1 certification che, secondo l’analisi, è lo standard di architettura aziendale utilizzato dalle principali organizzazioni in tutto il mondo per migliorare l’efficienza. Al settimo posto c’è EC-Council – Certified Ethical Hacker, che interviene nell’ambito sicurezza.

Una certificazione molto importante da ottenere perché, a quanto pare, dato l’incremento dei cyber attacchi, la domanda di questo tipo di figure professionali è sempre più elevata.

Il record delle certificazioni IT in ambito sicurezza

Nel settore dello sviluppo software la Scrum master Certification (PSM) è ancora molto richiesta e continua a garantire posizioni e salari di alto rango. A metà classifica c’è la Certified Information Security Systems Professional (CISSP), riconosciuta a livello mondiale come lo standard per dimostrare conoscenza di un professionista nel campo della sicurezza delle informazioni, anche se per raggiungerla occorre soddisfare requisiti molto stringenti. In quarta posizione c’è la certificazione di SQL Server, che continua a essere molto ricercata perché la piattaforma Microsoft SQL Server resta il database più utilizzato al mondo. Sul gradino più basso del podio c’è la Cisco Certified Network Associate (CCNA) – Routing e Switching, poichè la domanda di professionisti della rete continua a crescere. Questa certificazione, in particolare, è considerata come una credenziale entry-level per chi vuole intraprendere una carriera come ingegnere di rete.

In vetta le certificazioni per il controllo dei processi IT

Al numero due c’è la certificazione MCSA, Windows Server 2012, anche questa favorita dalla forza dei numeri di Windows server. Tra l’altro, con la recente fine del supporto a Windows server 2003 si assisterà molto probabilmente a un aumento esponenziale di domanda per questa certificazione. Infine al primo posto c’è APMG – PRINCE2 Foundation and Practitioner certification, un vero e proprio standard per la gestione dei processi IT, detenuto da oltre 1.000.000 di professionisti in tutto il mondo, anche perché ampiamente accessibile, a causa della sua mancanza di pre-requisiti. Oltre a queste 10 domande, l’analisi getta un occhio anche al futuro, suggerendo alcune certificazioni su cui puntare nel 2015: si tratta di Microsoft Azure Certificazion e di CompTIA – Cloud, la cui domanda da parte di professionisti e imprese è attesa in aumento.

Le certificazioni per i professionisti del cloud

Per chi volesse conoscere invece tutte le certificazioni informatiche legate al mondo del clodu computing, mercato su cui le imprese cercano competenze crescenti, qui è possibile uno speciale ad hoc. Nel mercato i professionisti in grado di padroneggiare la nuvola sono infatti sempre più richiesti. Qui triovate tutti i dettagli sulle cinque certificazioni migliori a partire da un’analisi Firebrand

Diventare professionisti della sicurezza

Oltre al cloud computing c’è un altro tema su cui le aziende hanno da tempo aumnetato il livello di attenzione ed è, inevitabilemente, quello della sicurezza. Tra attacchi ransomware e furti di informazioni diventare professionisti di security è una strada sempre più conveniente e ricca di opportunità. In questo speciale tutti i dettagli per capire come e in che direzione muoversi per diventare professionisti della sicurezza

I consigli del Ministero del Lavoro sulle certificazioni informatiche

Lo stesso Ministero del lavoro, di recente, si è mosso con una serie di documenti ufficiali per dare indicazioni sulle professioni e le certificazioni infomatiche più importanti in questa fase di esplosione del mercato digitale. Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, attraverso il suo portale Cliclavoro.it ha infatti dedicato ampio spazio alle opportunità professionali del mondo informatico e in questo reportage è possibile trovare l’elenco completo

La strada degli sviluppatori e i linguaggi di programmazione da conoscere

Certificazioni informatiche a parte, parlando di profili ricercati, una delle figure professionali di maggiore successo e appeal in temi di app e rivoluzione digitale è quella degli sviluppaotri software, dei programmatori. Non a caso L’Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE) ha recentemente stialato una interessante classifica sui linguaggi di programmazione che, tra i tanti, sono oggi in grado di garantire maggiori opportuntià di business. Una vera e propria Top Ten che è possibile consultare in questo speciale ad hoc

I Linguaggi di programmazione in maggiore crescita

Sempre in tema di certificazioni informatiche, come detto un ruolo sempre più di rilievo avranno nei prossimi mesi i linguaggi di programmazione. Fare gli sviluppatori software insomma divemterà sempre più conveniente e consigliabile per chi vuole fare strada nel mondo IT. Ecco perchè, oltre alla top Ten dei linguaggi di programmazione vale anche la pena, qui, vedere quali sono quelli che stanno mettendo a segno i tassi di crescita maggiore

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade