L'ERP, il canale, le nuove strade di Zucchetti – Video Reportage | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Eventi di valore

L’ERP, il canale, le nuove strade di Zucchetti – Video Reportage

di Redazione #Digital4Trade

23 Apr 2014

Dall’evento di Riccione le strategie e le soluzioni “trasversali” per fidelizzare meglio i clienti, oltre che le occasioni per creare sinergie tra partner che operano con i diversi ambienti gestionali di Zucchetti, Microarea e Apogeo

“La collaborazione tra i partner è fondamentale per creare nuove opportunità di business”. Così Alessandro Zucchetti, presidente dell’azienda che porta il suo nome ha spiegato il motivo per riunire, per la prima volta, nell’evento ERP Zucchetti Meeting 2014 le reti dei partner Zucchetti, Microarea e Apogeo, specializzati nel campo del software gestionale. Occasione che è stata colta da circa 600 persone in rappresentanza di circa 300 partner per conoscere meglio i prodotti e le strategie del Gruppo in un momento in cui sembrano esserci importanti segnali di ripresa.

A tre anni dall’acquisizione di Microarea, Zucchetti ha consolidato una vasta rete dei partner che – secondo i dirigenti Zucchetti – ha in gestione circa il 90% delle 60.000 aziende clienti ERP del mercato italiano. Creando una realtà che, nell’anno passato, ha registrato fatturato pari a 325 milioni di euro, in crescita del 14% rispetto al 2012 (+ 6,1% al netto delle acquisizioni) in un contesto di mercato decisamente negativo. Nello scorso anno il settore dei servizi di Zucchetti ha raggiunto 44,5 milioni di euro di fatturato, in crescita del 61,8% rispetto all’anno precedente. “Siamo oggi la prima azienda italiana nel software e vogliamo continuare a esserlo lavorando con i nostri partner, investendo nell’innovazione tecnologica e nei nuovi talenti”, ha precisato Zucchetti. La società persegue i suoi scopi di crescita anche attraverso l’acquisizione di partecipazioni strategiche, come l’ultima conclusa nella seconda metà del 2013 con PAT, software house italiana che opera nel campo del CRM e delle tecnologie vocali di riposta automatica.

 

Le novità nella BI, mobilità e “software trasversali”

Zucchetti riconosce la necessità dei partner di differenziare meglio l’offerta gestionale attraverso strumenti e capacità che vanno oltre l’ERP. “Per esempio aiutando i clienti a lavorare più velocemente e in modo più efficiente”, ha precisato Giorgio Mini, vicepresidente di Zucchetti. Tra i tool che possono fare la differenza ci sono: il motore di ricerca Infinity Search che, all’interno degli applicativi, facilita la ricerca di transazioni, documenti, e-mail significative su differenti fonti dati; Infinity Mobile Solution, un’app che permette l’accesso ai dati gestionali mediante tablet e smartphone.

Sul fronte mobile, l’obiettivo di Zucchetti è offrire ai partner soluzioni che permettano ai loro utenti di operare da qualsiasi dispositivo, con sicurezza e in qualsiasi ambiente attraverso software indipendenti dal sistema operativo, capaci di sincronizzare i dati con l’ambiente gestionale. Sul fronte della business intelligence, Zucchetti prova a superare i limiti di InfoBusiness (tool che, negli anni, ha superato la quota dei  6.000 utenti) con il nuovo Infinity Analytics: strumento pensato per portare in profondità le capacità di analisi sui dati, permettere agli utenti di indagare i meccanismi causali negli andamenti delle vendite e dei mercati. Zucchetti ha investito anche su funzionalità d’elaborazione big data, accesso alle dashboard e report via browser oltre che nell’estensione delle capacità d’erogazione del software nelle modalità on-premise, cloud, o con dispositivi mobili.

La società ha investito nella creazione di soluzioni trasversali ritenute utili per attrarre nuovi clienti. “Un ambito in cui abbiamo riscontrato forte interesse è la gestione delle note spese – spiega Domenico Uggeri, vicepresidente Zucchetti –. Questo ci ha suggerito la realizzazione di ZTravel che consente di gestire l’intero processo di trasferta. Si affianca a ZTimesheet che permette di rendere più efficiente organizzazione delle risorse nelle aziende che lavorano su progetti e commesse e a Safety Solution, che dà supporto agli adempimenti previsti dal DL 81/08 in merito a salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, per quanto riguarda software, dispositivi hardware e formazione.

Per quanto riguarda la roadmap, nel mese di settembre è previsto il rilascio di AHR 8.0, nuova versione del software per gestione HR dotato di una nuova interfaccia utente. Entro il quarto trimestre dell’anno saranno rilasciati i complementi funzionali di Infinity Project 3.0 che riguardano nuove parametrizzazioni per l’Infinity Search, configurazioni per startup e le integrazioni con Infinity Analytics. Sempre entro l’ultimo trimestre dell’anno saranno rilasciate in area gestionale le nuove funzionalità SEPA e di tesoreria, oltre a nuovi moduli per gestire progetti, consuntivazioni e cicli di lavorazione.

 

L’impegno del canale

All’evento Zucchetti ha distribuito alcuni premi ai partner. Alterbit di Milano, Sage di Treviglio (BG), Weblogic di Bologna, BT Datasoft di Cernusco (MI) hanno condiviso il premio per le migliori performance nella vendita, Cedab di Bologna e Handmade di Roncade (TV) quello per il numero di nuovi clienti, Cata1 di Carpi (MO), S.A. Servizi Associati di Biella. “Nonostante il difficile momento economico, ci sono imprese che investono e cercano soluzioni di qualità”, ha commentato Paolo Susani, direttore vendite canale indiretto, precisando le sfide da affrontare. “La capacità di trasferire il valore delle soluzioni, fidelizzare i clienti anche attraverso le nuove soluzioni di CRM, DMS, BI e altri strumenti presenti in modo nativo e integrato nelle applicazioni gestionali”.

Tra le sfide di mercato da affrontare, c’è l’arrivo delle multinazionali. “Occorre sprovincializzarci, essere pronti a giocare una partita più grande – spiega Susani – abbiamo le carte per farlo. Dobbiamo anche seguire da vicino i clienti, interpretare i segnali in caso di problemi, saper operare su tutti i tipi di mercato e dimensioni aziendali”. Riconoscendo l’importanza al canale, Zucchetti ha creato una nuova struttura di supporto al canale, dotata di 11 area manager, 6 inside sales e 6 persone nel back office. “Il software Zucchetti, Microarea e Apogeo ha un’unica identità e maggiore forza – continua Susani -. E’ importante che i partner imparino a conoscere il mercato in cui operano i loro clienti, le opportunità che si creano e che possono essere sfruttate efficacemente attraverso le pratiche di crosselling”.

La sala del meeting di Riccione

Redazione #Digital4Trade

Profilo ufficiale della redazione di Digital4Trade